MILANO / GERENZANO – L’ultimo di una lunga serie di episodi criminosi avvenuti di recente nei pressi delle stazioni della Lombardia si è verificato a Gerenzano, dove un minorenne è stato rapinato del monopattino.

Sul tema della sicurezza ferroviaria si è parlato ieri in consiglio regionale. “Per quanto concerne la sicurezza sui treni – ha ricordato l’assessore regionale alla Polizia locale, Riccardo De Corato – ho evidenziato più volte la necessità di un’azione sinergica tra le istituzioni. Nella seconda metà del 2021, anche con il coinvolgimento della Polizia locale, abbiamo perfezionato un accordo con la Prefettura di Lecco e Trenord, per la linea Milano Lecco che, grazie all’adesione di più Comuni della provincia e al ruolo di capofila del Comune di Lecco, ha consentito una serie di servizi tardo pomeridiani e serali di polizia locale nei pressi di molte stazioni che, di regola, non possono essere svolti per carenza di personale. Protocollo che ha dato risultati significativi”.

“Lo scorso 4 novembre – ha sottolineato quindi l’assessore alla Sicurezza – ho invitato tutti i prefetti della Lombardia a valutare l’opportunità dell’adesione ad un accordo analogo sempre con il sostegno finanziario di Regione Lombardia. Ad oggi, hanno risposto solo le Prefetture di Lodi e Cremona”. Riccardo De Corato quindi ha evidenziato che “una delibera di Giunta regionale del 2018 volta a favorire il riconoscimento degli accertatori di violazioni amministrative mediante l’esibizione di tessera di riconoscimento e fascia distintiva non è stata mai applicata dalle imprese, pubbliche e private. Lo scopo era quello di aiutare nella prevenzione dei reati sui treni”.

18012022