SARONNO – Un muro bianco appena tinteggiato che poche ore dopo l’intervento di manutezione è stato coperto da un graffito realizzato in almeno due punti dell’edificio. E’ quanto accaduto nelle ultime ore sulla farmacia comunale numero due che si trova all’intersezione tra via Volonterio e via Valetta.

Il vandalo immortalato dalle telecamere di videosorveglianza ma non riconoscibile ha utilizzato una bomboletta di vernice spray nera per realizzare il proprio tag vanificando l’intervento di intinteggiatura appena realizzato. Un vandalismo che oltre al costo per un nuovo intervento di manutezione per la Saronno servizi (che gestisce le due farmacie comunali) ha lasciato grande amarezza anche ai residenti della zona e ai saronnesi che si trovano a passare dalla trafficata via Volonterio oltre agli utenti della farmacia. “Una questione di mancanza di rispetto per il bene comune e per il bello” concludono alcuni saronnesi.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

15 Commenti

  1. Purtroppo questa è la società penosa in cui viviamo, dove vogliamo andare? Maleducazione e inciviltà sono ovunque, chiaro che sarà dura uscirne, anzi forse impossibile. Che peccato, quanta ignoranza.

  2. altro che ronde
    lascio a voi le conclusioni,
    per questo e per tutto il resto

    stazione inclusa e al primo posto.

    marco

  3. Il fenomeno di questi …spiace ma non riesco a chiamarli graffiti, opere artistiche o cose simili…è diventato un problema che sta sfuggendo di mano. Girare per la città è desolante, inguardabili certi muri. Anche i privati volenterosi che vorrebbero abbellire i propri edifici comprensibilmente lasciano stare per evitare che dopo tanti soldi spesi ti ritrovi punto e a capo. Sia a livello nazionale che locale è necessario trovare quanto prima una formula che dissuada questi comportamenti irrispettosi e dannosi, viceversa dobbiamo abituarci a vivere in un contesto urbano fortemente degradato e non ce lo meritiamo.

  4. “Il vandalo immortalato dalle telecamere”
    ” Un vandalismo che oltre al costo per un nuovo intervento di manutezione per la Saronno servizi ”
    “ha lasciato grande amarezza anche ai residenti”
    Cosa le è successo in questo articolo sigra Giudici visto che usa terminologia negativa che di solito non usa mai quando scrive sugli anarchici??

    • Semplice, ogni writers, se non lo sapete, ha il suo stile “copyright” alla faccia della dichiarata libertà anarchico/artistica. Se notate sembra quasi che sia stato firmato a lato. Quindi non è del giro dei telos/adespota e pertanto ilsaronno può criticarlo.

    • Anarchici? L’unica cosa quasi riconoscibile di questo orrore è una specie di pallone da basket. Dovrebbero indagare, trovare il colpevole e metterlo a tinteggiare in prima persona, con materiali a sue spese.
      In altre città per evitare simili episodi, e assecondare la voglia artistica di veri writer, gli spazi comunali che si prestano (come questo) vengono messe a disposizione e sono oggetto di vere e proprie gare di appalto: gli artisti presentano i bozzetti, ne viene scelto uno e poi la parete viene decorata.
      Poi prima o poi ci sarà sempre un imbecille che passa e lo rovina, ma è un altro discorso.

      • Quindi il writer anarchico fa quello che vuole, il writer moderato aspetta l appalto altrimenti…….

  5. Progetto di rigenerazione urbana, opera d’arte o graffito decorativo?
    Fossi il sindaco chiamerei a raccolta i cittadini per un confronto di partecipazione e condivisione dei percorsi utili da intraprendere per la valutazione delle ipotesi della partita.

  6. Ho anche chiamato Sgarbi per averne una conferma: NON è un Banksy!!!
    Cancellatelo pure…..

  7. È lo stesso idiota che ha riprodotto lo stesso orrendo graffito sul muro della stazione, nel retrostazione ….almeno facesse qualcosa di carino! Forza PL, con un po di impegno lo si becca.

  8. Mi chiedo: è giusto dare visibilità agli imbecilli?
    Non sempre è facile capire dove il dovere d’informazione sfocia nel fare pubblicità agli incivili con il rischio di alimentarne le futurecattive azioni.

    • Serve, se i toni sono quelli della denuncia sociale e si adottano dei provvedimenti risolutivi.

  9. Serve, se i toni sono quelli della denuncia sociale e si adottano dei provvedimenti risolutivi.

Comments are closed.