SARONNO – “Questo è il primo presidio di questi lavoratori perchè malgrado le difficili condizioni di lavoro con cui si trovano ad operare da alcuni mesi con grande senso di responsabilità e attenzione per il proprio compito non se la sono mai sentita di lasciare scoperto il servizio ed anche oggi malgrado tutto stanno coprendo il turno”. Così Giuseppe D’Aquaro di Fisascat Cisl e Livio Muratore di Filcams Varese danno voce ai 50 lavoratori che ogni giorno preparano e servono, nelle mense o con le monoporzioni dei reparti, 600 pasti per gli ospedali di Busto e di Saronno.

Dopo un incontro in Prefettura con l’azienda che ha in appalto il servizio e l’azienda ospedaliera Asst Valle Olona ieri mattina è stato organizzato un presidio. I lavoratori raccontano delle difficoltà di lavorare con dotazioni che non hanno la necessaria manutezione e che non vengono riparate come le lavastoviglie (rotte tutte e 3 cosa che ci obbliga a lavare tutto a mano) o come la necessità di pelare patate e tutte le verdure a mano.

“C’è un disinteresse per il lavoro quotidiano di queste persone che per garantire un servizio così importante supporiscono a lacune e carenze” concludono i sindacalisti. Sul piatto che il tema degli straordinari dettati a queste problematiche “con i cedolini che arrivano talmente tardi – conclude una dipendente – cheè difficile verificare e che eventuali mancanze, anche consistenti, arrivano il mese successivo”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

11 Commenti

  1. Dall articolo si evince che i dipendenti in questione sono di una ditta appaltatrice, non dipendenti diretti di regione Lombardia, cosa c’entra la sanità e la. Lega……. E un azienda privata che lavora per il pubblico…. Non è che la regione deve comprargli pelapaystate e lavastoviglie

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.