SARONNO – Il sindaco Augusto Airoldi l’ha annunciato ai microfoni del TgR Lombardia e nel pomeriggio l’ordinanza è comparsa all’albo pretorio. Dopo la violenza sessuale avvenuta domenica notte nell’ex Cantoni il primo cittadino ha emesso un’ordinanza contigibile ed urgente per “l’immediata adozione dei provvedimenti necessari alla chiusura di tutti gli accessi (conosciuti e non) all’area, tanto da escludere ogni possibilità d’ingresso alle persone non autorizzate”.

Il problema delle occupazioni è salito agli onori della cronaca dopo la violenza avvenuta domenica sera che ha avuto come vittima (un ventenne e non una ventenne come emerso nelle prime ricostruzioni). Non a caso nell’ordinanza si legge che “vi sono punti nella recinzione dell’area in questione dai quali è possibile penetrarvi abusivamente con relativa facilità” e che “l’area è costantemente utilizzata quale rifugio da persone senza fissa dimora e teatro di eventi delittuosi, come dimostrato da numerose segnalazioni e interventi delle forze di polizia”.
Del resto era almeno un anno che l’ormai ex assessore Alessandro Merlotti rimarcava la necessità di sigillare l’area per evitare occupazioni che in passato sono state all’origine di incendi ed altre emergenze. Basti ricordare quando ad agosto è stato ritrovato il corpo senza vita di un 51enne albanese vittima di una caduta all’interno dell’area dismessa. Del resto sigillare l’ampia area di oltre 90 mila metri quadrati non sarà semplice perchè i punti d’accesso sono diversi, dai pannelli in compensato su via Miola al buco nel muro nella zona di via Don Marzorati.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

12 Commenti

  1. L’ordinanza c’è! E per quanto è ivi scritto, se ne deduce che il signor Airoldi, che riveste la carica di Sindaco del comune di Saronno, era ed è a conoscenza che nell’area ex Cantoni soggiornano e dimorano individui senza fissa dimora e vi si perpretano atti delittuosi. (Vedi testo dell’ordinanza)
    DOMANDE al Sindaco:
    Perché ha aspettato fino ad oggi ad emanare l’ordinanza, pur essendo a conoscenza da tempo che nell’area si sono svolti eventi delittuosi?
    Perché il sindaco non ha posto in essere tutti gli atti amministrativi in suo potere al fine di mettere in sicurezza l’area emettendo ordinanza solo oggi 22 settembre?
    Passo la parola alle forze politiche di opposizione, che sapranno adesso come ben agire.

    • La proprietaria dell’area e l’impresa costruttrice “due vergini”.
      Forse siamo alla presenza di un cantiere edile con direttore lavori, responsabile dei lavori ecc…
      ma di questi non parla nessuno???

    • Vorrei ricordarti caro anonimo che 2 giorni fa sul lago di como sono morti due operai edili, che da tempo dormivano la notte in una “baracca” di cantiere.
      Non c’è stata nessuna ordinanza del Sindaco a riguardo, PARLIAMO DELLA NEGLIGENZA DEGLI OPERATORI!
      Qui a Saronno succede la stessa cosa, PROPRIETA’ e IMPRESA assenti(Merlotti ad aprile 2022 aveva sollecitato la proprietaria ad intervenire con miglior sigillatura degli accessi).
      Rossi Giancarlo (ex capocantiere in pensione)

  2. Airoldi non lo capisce che questi criminali si sposteranno in altre zone di Saronno! Lei è responsabile di minimizzato la situazione e questa sono le conseguenze … non è un caso che sia successo ora…perché questi criminali se non si fa niente si prendono sempre altri spazi … Bisogna intervenire ! Bisogna rendergli la vita impossibile! Perché la polizia locale non li ferma neanche per sbaglio? Perché ha tolto la presenza della polizia alla stazione?

  3. Perché le forze dell’ordine carabinieri , polizia di stato, guardia di finanza non hanno fatto nulla ( periodo coronaviris ) C’era una pattuglia x via , anche loro con i loro Comandanti sono responsabili di questa insicurezza non solo il Sindaco .

    • Se i telos fanno un concerto abusivo in una proprietà privata di notte con musica a palla per lo sgombero si aspetta la richiesta del privato? Ma per favore. Se di notte in un cantiere edile entrano abusivi, se ci sono recinzioni e cartelli l impresa non è responsabile. Quindi lo stato quando vuole può superare il diritto privato in particolari casi. Cari sinistri, trovatene un altra e spiegatemi perchè all inizio si era detto che era stata violentata una donna ma invece era un uomo

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.