SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo la nota congiunta del comune di Saronno e di quello di Caronno.

I Comuni di Saronno e Caronno Pertusella hanno inviato una lettera agli Enti preposti alla tutela dell’ambiente e della salute (ARPA, Provincia, ATS Insubria) per sollecitare la risoluzione della problematica connessa ai forti odori percepiti nella zona sud a confine tra Saronno e Caronno.

“Le scriventi Amministrazioni comunali – si legge sulla lettera – intendono sottolineare nuovamente la situazione di grave disagio segnalata in più occasioni e con forza dai residenti della zona ove ha sede l’insediamento industriale al confine fra i Comuni di Saronno e Caronno Pertusella. Pur prendendo atto delle verifiche tecnico-amministrative avviate dagli Enti preposti ed ancora in itinere, intendiamo esprimere la preoccupazione per il perdurare delle manifestazioni odorigene confermate dalle numerose e reiterate segnalazioni, sia dei cittadini residenti, che dei lavoratori delle numerose aziende che lì hanno sede”.

A partire dall’attivazione del procedimento, il Comune di Saronno ha registrato circa 50 esposti in materia e il Comune di Caronno Pertusella ne ha registrati più di 30, per non citare i quotidiani solleciti telefonici; anche le verifiche espletate dal personale comunale tramite sopralluoghi nelle pertinenze esterne dell’azienda testimoniano il perdurare del fenomeno.

“Siamo dunque a chiedere aggiornamenti – concludono le Amministrazioni – rispetto agli esiti del monitoraggio olfattometrico ed esprimiamo preoccupazione anche per le eventuali ricadute di carattere igienico-sanitario eventualmente connesse agli eventi segnalati e per i quali, ad oggi, la competente ATS Insubria non risulta essersi ancora espressa”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram de ilSaronno.
Per Whatsapp aggiungere il numero + 39 3202734048 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero il messaggio “notizie on”
Per Telegram cercare il canale @ilsaronnobn o cliccare su https://t.me/ilsaronnobn

6 Commenti

  1. Buongiorno, informiamo che ieri sono partite le prime 250 firme, ma altre ne seguiranno indirizzate a tutti gli enti preposti alla questione.Chiediamo in maniera definitiva la risoluzione di questo problema che si trascina da mesi 6 di maggio o ancora peggio da aprile del 2018 data del mio primo report di protesta!!!!!
    I cittadini sono esasperati ma soprattutto arrabbiati nel vedere che nonostante i tanti controlli sbandierati, questa ditta continua impunemente a fare impropri comodi.
    Chiediamo che ci venga detto che cosa abbiamo respirato in tutto questo periodo ……..
    Nella lettera di accompagnamento si fa riferimento a persone che hanno avuto problemi di salute e accertata la causa, presentato denuncia ai carabinieri.
    Quindi BASTA BASTA BASTA
    Non tolleriamo più ritardi……vogliamo soluzioni definitive.

  2. La salute è la cosa più importante, è un dato di fatto.
    E che il comune di Saronno attraverso il Giornale di cronaca, comunica ai cittadini di aver chiesto ad Ats insubria rapporti mai ricevuti………dopo tutti questi mesi di protesta, fa venir da piangere dalla rabbia ……
    COSA ABBIAMO RESPIRATO ???? BAMBINI, ANZIANI, MALATI….
    COSA???????????????VELENI SICURAMENTE!!!!!!

  3. E a un certo punto le Autorità sanitarie intervengano……a questo schifo va messa la parola FINE

Comments are closed.