SARONNO – Dopo l’occupazione dei ragazzi del centro sociale Telos che sabato scorso hanno organizzato la Notte nera, evento con musica techno, la proprietà dell’ex Cantoni, area dismessa di via Miola con ingresso all’altezza dell’incrocio con via Don Marzorati ha deciso di sporgere denuncia per l’occupazione abusiva. 

Come avvenuto per le precedenti occupazioni nei giorni successivi alla notte di festa la proprietà, con il supporto logistico della polizia locale, ha effettuato un intervento di pulizia ed ha nuovamente chiuso il maxi cancello che da accesso all’area dismessa. All’interno, tra aree verde e capannoni in diuso da anni, decine di bottiglie vuote, sacchi di spazzatura e tanti tanti graffiti.

Quest’edizione della Notte nera ha suscitato particolare clamore in città soprattutto per la “resistenza” dei partecipanti che hanno iniziato prima di mezzanotte ed hanno preseguito con la musica fino alle 7 del mattino. Tante le proteste e le segnalazioni dei cittadini che non hanno mancato di far sentire la propria rabbia per la notte in bianco. Altrettanto “urlata” la presa di posizione dell’ex candidato sindaco Luciano Silighini Garagnani mentre al momento dall’Amministrazione non è arrivata nessuna dichiarazione.

(foto archivio)

14072017

3 COMMENTI

  1. loro fanno quel che vogliono perché hanno i santi i paradiso o meglio i diavoli all’inferno che li proteggono. non si capisce perché ma é cosí. Occupano, si allacciano abusivamente alla rete elettrica, imbrattano, rompono bancomat – tutti reati penali – eppure la magistratura non li condanna mai, eppure, essendo recidivi, dovrebbero essere in galera. Potrebbero spiegarci il perché?

Comments are closed.