Home Groane Da Solaro al Parlamento, ci prova Giovanna Pranio con Liberi e Uguali

Da Solaro al Parlamento, ci prova Giovanna Pranio con Liberi e Uguali

662
3

SOLARO – Giovanna Pranio, vicesindaco di Solaro, è la candidata alla Camera dei Deputati scelta da Liberi e Uguali per il collegio uninominale di Bollate: sfiderà Giancarla Marchesi del Pd di Cesate, il brianzolo Andrea Crippa per il centrodestra e la Lega Nord, Michaela Piva del Movimento 5 Stelle di Arese e Giovanni Bergamini di Potere al Popolo di Novate. Durante la presentazione di ieri, a Solaro, in compagnia dell’onorevole Eleonora Cimbro di Bollate (in corsa invece per il Senato, del quale, se fosse eletta, sarebbe la più giovane senatrice della storia della Repubblica), ha spiegato i motivi della sua candidatura, di fatto un passaggio dal Pd, del quale non ha più la tessera ormai da un paio d’anni, ad una nuova realtà come LeU, al fianco di Pietro Grasso. «Mi sono convinta proprio con le parole di Grasso: “Per i molti e non per i pochi”. Non mi vergogno di dire che arrivo da un percorso politico cominciato con il Partito Comunista (quello italiano, un’esperienza di vera sinistra) e ne rivedo molte delle battaglie all’interno di questo nuovo movimento. Il lavoro sarà il nostro faro. Dobbiamo lavorare su questa società troppo poco attenta ai bisogni degli altri, su una scuola troppo lontana dalla portata di tutti e su una distribuzione del carico fiscale che sia graduale. L’Italia non è fatta di capitoli di spesa e costi, ma di cittadini e dei bisogni di questi cittadini. Qui si posiziona LeU». Parole di incoraggiamento arrivano dall’onorevole Cimbro: «Giovanna è un’amministratrice vicina ai cittadini da tanti anni e sicuramente saprà ascoltarli in questa campagna elettorale e rappresentarli al meglio. I nostri fari sono puntati sul lavoro, con diritti da far rispettare e un piano straordinario di interventi pubblici da sostenere; sul superamento e l’abrogazione della riforma della buona scuola; sulla creazione di un welfare veramente alla portata di tutti e non di questi servizi ormai appannaggio solamente di chi se lo può permettere. L’uguaglianza dev’essere il tema di quest’epoca storica». Il primo appuntamento locale con LeU è per lunedì 5 febbraio alle 21 nella saletta delle associazioni di vicoli Amizzoni a Solaro per l’atto costitutivo del comitato elettorale. Con lo sbarco di LeU a Solaro, è probabile che entreranno a far parte del nuovo movimento anche i consiglieri comunali Antonella Coloru, Matteo Stefania ed Eva Diagne. «Sul ruolo in amministrazione tengo a precisare – chiosa Pranio – che non è mai mancato e mai mancherà il mio appoggio alla lista civica di maggioranza Insieme per Solaro, che ha sempre compreso varie anime del centrosinistra e della sinistra. Sono già stata in dissenso altre volte a livello politico (ad esempio sulla riforma costituzionale, per la quale non ho problemi a rivendicare il mio “no”) ma mai a livello amministrativo. Il nostro percorso continua senza indugi».

02022018

3 COMMENTI

  1. Speriamo che le prossime comunali facciano sparire per sempre chi è ormai da 30 anni al comando del comune….solaro paese alla deriva e c’è gente che si presenta alle elezioni nazionali….solite ipocrisie sinistre!

  2. Cerchiamo di non scherzare Solaro negli ultimi anni è stato portato alla deriva certe persone devono fare un bel mea culpa e farsi da parte altro che presentarsi alle elezioni!

Comments are closed.