Home Ceriano Laghetto Carabinieri e istituzioni nelle Groane per programmare azioni antispaccio

Carabinieri e istituzioni nelle Groane per programmare azioni antispaccio

366
3

CERIANO LAGHETTO – Nella mattinata di ieri, lunedì 15 ottobre, le forze dell’ordine hanno visitato insieme ai rappresentanti istituzionali della zona del Parco delle Groane il bosco dello spaccio e le stazioni ferroviarie del crimine. La giornata, partita da Cesano per poi addentrarsi nel bosco fino a Ceriano e Solaro, è servita per programmare futuri interventi da proporre nella riunione con il prefetto di mercoledì. Insieme alle forze dell’ordine (rappresentate dal capitano della compagnia dei carabinieri di Desio, Mansueto Cosentino e dal comandante della caserma dei carabinieri di Solaro Raffaello Papaverone), agli esponenti delle amministrazioni comunali di Cesano Maderno (c’era anche il sindaco Maurilio Longhin) e Ceriano Laghetto (con l’assessore alla Sicurezza Antonio Magnani), le Polizie Locali e l’ufficio Tecnico del Parco Groane, c’era anche il presidente Roberto Della Rovere. Su invito del Prefetto Vilasi l’obbiettivo è coordinare un’azione comune tra gli enti coinvolti per contrastare il fenomeno dello spaccio di stupefacenti all’interno del Parco. «Con l’uscita di questa mattina si sono cercati di definire i parametri di possibili futuri interventi per riuscire a contrastare il fenomeno ed a ripulire il parco per poterlo restituire ai suoi legittimi utilizzatori – specifica l’assessore Magnani. Noi però rimaniamo in attesa del momento in cui si comprenderà che l’unico modo per ridare sicurezza nel parco e nelle stazioni è il presidio fisso con l’esercito nelle Groane».

16102018

3 COMMENTI

  1. Stranamente mancava il Robin Hood delle Groane, come mai?
    Sarebbe stato solo uno dei tanti?
    Non penso che sia per problemi di lavoro.

Comments are closed.