SARONNO – Negli ultimi giorni nelle vetrine delle attività commerciali cittadini sta facendo capolino una nuova vetrofania. Ha la forma di una pallina di natale e in alto lo slogan “Io amo Saronno”. La parte cruciale però del suo messaggio è quella riportata sotto una foto delle nuove luminarie con tanti cuoricini “Se Saronno è illuminata è anche grazie a questo esercizio”. Si tratta infatti del riconoscimento che il Distretto Urbano del commercio, autore della campagna #amosaronno, ha voluto rendere visibile per tutte le attività commerciali che hanno contribuito ad illuminare la città degli amaretti per le feste.

Le luci, che tanti complimenti hanno raccolto nell’ultima settimana sui social network, sono state accese sabato primo dicembre come annunciato dall’assessore Paolo Strano. Il programma del Natale saronnese, presentato dagli assessorati alla Cultura e al Commercio si aprirà proprio domani sera alle 17,30 con l’accensione dell’albero di Natale. 

Al momento piazza Libertà è ancora sguarnita ma i ben informati assicurano che ci sarà una novità. Mentre decorazioni rosse sono comparse in tutto il centro non anticipiamo di più per non rovinare l’effetto sorpresa.

07122018

5 COMMENTI

  1. … é anche grazie a questo esercizio! Se pagherà! Altrimenti é anche grazie a tutti i cittadini che pagheranno con i soldi del bilancio comunale, al posto di chi avrebbe dovuto pagare. Mah?!

    • Anomymous,mi piacerebbe capire cosa le fa arrizzare il pelo?Dai suoi post non capisco mai con chi se la prende…
      Cosa le provoca più fatidio?:
      A-Saronno
      B-le luminarie
      C-i commercianti
      D-il Natale
      E-varie ed eventuali
      …..

    • Già partiti male, si è finito peggio: albero (non albero), piuttosto un palo da lap dance in mezzo alla piazza e alle 18:30 era ancora in allestimento, forse lo accenderanno all’epifania. ….che figuraccia!

  2. “Le luci, che tanti complimenti hanno raccolto nell’ultima settimana sui social network” ???????

    Io ho letto quasi solo insulti, non so tu dove li hai visti tutti questi complimenti.
    Rimane il fatto che è meglio quello che si è fatto piuttosto che lasciare Saronno al buoi, con conseguenze terribili da parte del Popolino saronnese che avrebbe incominciato ad accusare l’amministrazione non sapendo che le luminare ci sono grazie ai negozianti e non grazie , ne al comune ne tanto mento al distretto urbano.
    Diamo a Cesare il suo, Bravi Commercianti.

    Un consiglio ad Assessore Strano e Presidente Amadio.
    Per una frazione di secondo smettete di pensare alle prossime elezioni che intanto ci sono tra 2 anni, dimenticate per un attimo il colore del vostro partito, chiudete gli occhi e iniziate a pensare alla vera rivitalizzazione del centro storico, creando vere attrazioni riportando a Saronno la voglia di passeggiare per le vie guardando le vetrine e comperare nei nostri negozi.
    Ci sono vere possibilità per riportare gente a Saronno, via le idee vecchie di certi consulenti esterni o falsi giardinieri poetici, ascoltate le proposte dei commercianti, evitate di chiedere uno sproposito di soldi per permessi e occupazione suolo pubblico, create dei comitati di quartiere perchè le esigenze cambiano di via in via, create, con le vostre feste, dei percorsi obbligati che permetta di non lasciare nessuna zona del centro scoperta, insomma, aprite le vostre menti, e pensate solo e ripeto solo al bene di Saronno.

    • Stai parlando ad un esponente di SAC il cui motto “era” nel 2015…per il bene di Saronno, motto oggi sbiadito nel tempo.

SCRIVI UN COMMENTO

Pe favore, inserisci il tuo commento
Per favore, inserisci qui il tuo nome

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.