UBOLDO – Barriere che bloccano il rumore ma che fanno passare la luce per evitare che chi abita intorno all’autostrada si senta “sepolto vivo”. E’ l’accorgimento che il sindaco Lorenzo Guzzetti ha ottenuto, grazie alla disponibilità di Società autostrade, per gli uboldesi.

Tutto è iniziato con il cantiere per la realizzazione della terza corsia dell’A9 Milano-Como-Chiasso: <Quando sono state posizionate le barriere antirumore indispensabili visto la quantità di auto che passano sulla tratta autostradale– ricorda il primo cittadino – i residenti si sono subito accorti che queste finivano per “oscurare” le case>. Trattandosi di enormi pannelli fonoassorbenti verdi bloccavano efficacemente il rumore, e in parte anche l’inquinamento prodotto dalle auto che sfrecciavano sulle tre corsie, ma finivano per ostacolare il passaggio della luce. Indispensabile per una buona qualità di vita soprattutto nella brutta stagione.

<I residenti – prosegue il sindaco – hanno presentato le proprie problematiche all’Amministrazione che si è rivolta a Società Autostrade per trovare una soluzione>. E’ infatti stato sufficiente sostituire alcuni componenti in plastica verde con pannelli trasparenti per garantire una maggior visibilità e luminosità ai residenti.

<In questo periodo storico spesso si parla delle malefatte della politica ma non ci sono solo quelle – chiosa Guzzetti – questa modifica, per venire incontro alle esigenze dei residenti, è stata possibile grazie alla collaborazione tra enti. Grazie all’impegno ad ascoltarsi e a lavorare insieme per trovare la soluzione migliore per tutti>.