SARONNO – Colpo di scena oggi a mezzogiorno: tutti, alla stazione di Milano Cadorna, attendevano l’amministratore delegato di Trenord, Giuseppe Biesuz, che avrebbe dovuto tenere una conferenza stampa per spiegare motivi di cancellazioni e ritardi dei treni negli ultimi due giorni (ieri la protesta dei macchinisti ed operatori ferroviario alla stazione di Saronno Centro) ma il manager non si è potuto presentare poco prima al suo ufficio si era infatti presentata la Guardia di finanza per prenderlo in consegna.

Il cinquantenne Biesuz è stato condotto agli arresti domiciliari: il tutto per una vicenda che con Trenord non c’entra niente. Secondo indiscrezioni della stampa milanese, infatti, gli sarebbe stato contestato il reato di bancarotta per la sua attività di amministratore delegato (sino al 2008) della società Urban screen.

11/12/12

3 Commenti

  1. Le “maledizioni” dei pendolari a volte arrivano a segno…
    Buona detenzione Biesuz, potrai divertirti a seguire online lo scempio dei ritardi e delle soppressioni di Trenord.

  2. ma con tutti i disoccupati che ci sono, Trenord doveva proprio scegliere come a.d. un personaggio che ha appena mandato in bancarotta un’altra azienda? Rifletta Biesuz sulle sue vicende mentre è agli arresti ma, anche e soprattutto, rifletta chi l’ha voluto a Trenord a nemmeno un anno dalla precedente vicenda!

Comments are closed.