minoranza assenza pgt SARONNO – “La seduta ordierna è mortificante per le funzioni dei consiglieri comunali di minoranza e contrarie ai più elementari principali della democrazia rappresentativa, i gruppi consiliari del Popolo delle Libertà e di Unione italiana sono costretti a dar corpo alla loro protesta politica, non avendo altri strumenti, astenendosi deliberatamente dal partecipare alle sedute dedicate al Pgt”. Termina così con amarezza la nota diffusa da Ui e Pdl per spiegare l’assenza dei propri consiglieri in sala consiliare.

I due capigruppi Luca De Marco (Pdl) e Pierluigi Gilli (Ui) stigmatizzano soprattutto la fretta con cui si è arrivati a questa seduta di consiglio:”Un tema così delicato con così tanto materiale non può essere discusso con un così breve preavviso. i documenti, diversi da quelli pubblicati online, sono stati consegnati sotto forma di cd e solo ai capigruppi solo lo scorso 14 dicembre”. E rincarano:”Non è ragionevole ne corretto pretendere che i consiglieri di opposizione si possano consultare con i partiti di provenienza, con i cittadini che fanno loro riferimento nel giro di pochi giorni”.

La Lega Nord invece ha lasciato l’aula per la mancanza di chiarezza sull’incompatibilità dei consiglieri comunali a fronte di interessi su specifici punti del piano di governo del territorio. Un problema che l’Amministrazione ha tentato di risolvere, avrebbe potuto mancare il numero legale, con il frazionamento delle approvazione deciso con un cambio dell’ordine del giorno con un consiglio di presidenza di oggi. Vista l’assenza di chiarezza i consiglieri del Carroccio presenti, Raffaele Fagioli, Davide Borghi e Claudio Sala, hanno lasciato l’aula.

201212

1 commento

  1. Vergognoso : è impensabile cambiare le regole 20 minuti prima del consiglio comunale pur di evitare i conflitti di interessi della maggioranza di centro sinistra!

Comments are closed.