lionello cerri SARONNO – Lionello Cerri lascia la guida della fondazione del teatro Pasta: nelle ultime ore è arrivata al sindaco Luciano Porro la lettera di dimissioni con cui il presidente annuncia il proprio addio per motivi di lavoro.

“I sempre maggiori impegni a livello professionale e le responsabilità associative, vecchie e nuove, a livello nazionale – si legge nella missiva –  mi impediscono di poter dare I’apporto che desidererei ma – soprattutto – che ritengo necessario come condivisione e come sostegno alle energie che voi stessi profondete.Ho sempre cercato nel mio lavoro di essere presente rispetto agli impegni assunti, quindi sono certo che comprenderete quanto per me sia importante proseguire in questo senso e non sentirmi – di fronte a oggettive impossibilità – carente nei vostri confronti e in quelli dei cittadini” .

Cerri continua con un ringraziamento all’Amministrazione e ai propri collaboratori:”Vi voglio esprimere il mio apprezzamento non retorico per l’importantepercorso intrapreso, per I’ottimo operato sia della Giunta sia del Consiglio, del direttore organizzativo e artistico e di tutti i collaboratori del Teatro Giuditta Pasta. E la mia gratitudine – sia sul piano umano sia su quello professionale – per aver condiviso questa esperienza insieme, da cui esco arricchito. Consapevole quindi della professionalità di tutti i soggetti coinvolti, so di lasciare questa struttura nelle mani di persone che sapranno far fruttare al meglio le potenzialità del Teatro, garantendogli
il roseo futuro che si merita”.

Cerri si congeda lasciando una porta aperta:”Compatibilmente con i miei impegni professionali,sarò disponibile qualora si rendesse necessaria la mia presenza e collaborazione“.

2 Commenti

  1. Chiudere il Teatro, fonte di spesa insostenibile per il Comune e per i cittadini saronnesi.

  2. io ho chiesto sommessamente quanto costa effettivamente al (povero) contribuente saronnese, ma qui quale che sia il colore dell’amministrazione c’è sempre stato un “rigoroso” silenzio, anzi hanno sempre difeso quella (sovra)struttura per me inutile e sottodimensionata

Comments are closed.