polizia locale auto vigili piazzetta Schuster (6)SARONNO – Nonostante avesse con sè la palette e il sacchetto una saronnese ha preferito non raccogliere il bisogno del proprio cane ma è stata colta in flagrante da un agente di polizia locale e così ha dovuto ripulire dopo aver preso una multa da 50 euro.

E’ successo qualche giorno da poco prima delle 11 in piazza De Gasperi dove una saronnese 62enne stava passeggiando con il proprio cane un meticcio simile ad un volpino. Quando il quattro zampe ha fatto il proprio bisogno sul selciato la donna ha finto di non vedere e si è allontanata.
La “calcolata” distrazione della donna non è sfuggita ad un agente della polizia locale che ha richiamato la saronnese.

L’ha sanzionata con un verbale da 50 euro e poi l’ha invitata a ripulire con la paletta e il sacchettino che aveva con sé.

06062013

9 Commenti

  1. …questa notizia mi viene servita su un piatto d’oro zecchino, il tutto per i contorni dei luoghi dove è accaduta la vicenda e per gli attori della storia… a finale davvero da commedia: signora multata e obbligata a raccogliere le deiezioni per proprio amato “pet” e magari non se ne è neppure accorta .. ma il bello è …… proprio dove!!!! …in Piazza De Gasperi A SARONNO! ….COLTA IN FLAGRANZA DI REATO (bhe! ..dai proprio reato non è… non esageriamo!!!) da agente di Polizia Locale!!!!
    ….tutto correttamente affidato al buon senso che ci deve contraddistinguere come appartenenti al genere umano …in torto la signora che sebbene munita di paletta e sacchettino, (spero assolutamente di tipo biodegradabile), con tutte le attenuanti del caso s’è appellata alla clemenza della corte raccogliendo il tutto: si, non ha fatto il suo dovere civico, ….. zelante e inflessibile la reprimenda con tanto di sanzione da parte dell’agente di polizia locale: tutto questo ci stà e deve essere assolutamente così….
    …non fosse altro che quando i “bisogni” li fanno direttamente e volontariamente gli umani, ….agenti zelanti non passano alla cronaca per aver applicato sanzioni amministrative di pari importo applicabili a quelle per i poveri cagnolini ….o qui veramente scatta ..il REATO!
    per favore …Sara: mettici tu il link alla foto dove appare un individuo intento a fare i propri bisogni in Piazza De Gasperi apparsa qualche decina di giorni fa su queste pagine perché adesso non riesco a trovarla.
    Il significato è davvero evidente, come tale ed evidente è la non equità delle sanzioni: incolpevole inconsapevole cagnolino e poco attenta proprietaria condannati alla sanzione di 50 euro ..individuo umano maggiorenne sciente e cosciente che volontariamente fa i proprio bisogni davanti ad un obiettivo fotografico nello stesso luogo dove li ha fatti il cagnolino…non punito nemmeno con un benché minimo richiamo….

    • …grazie mille! …era proprio questa la foto che cercavo perchè con quella in originale (non con il viso oscurato)credo lo si possa facilmente identificare e prendere tutti gli adeguati provvedimenti del caso.

  2. e che dire allora di lunedì scorso alle 19.30 quando in 2 a turno si sono recati all’interno del pino ” piangente” che hanno scambiato per orinatoio pubblico ? Uscendo si tiravano su la cerniera e mi guaradavano ridendo e proprio soddisfatti ! E’ giusto che chi sporca venga multato ma bisogna avere il coraggio di multare anche gli umani che sporcano . Il cestino è sempre stracolmo di lattine di birra e queste non arrivano da chi la beve in casa ed esce per gettarla nel cestino in Piazza de Gasperi .

  3. Chi sporca venga multato, giustissimo. In questo caso ha sporcato ed è stata multata. Non bisogna commettere comunque l’errore di fare due pesi e due misure…

  4. Colgo l’occasione per segnalare alcune cose:
    1) giusto dare un’ammenda alla signora che non ha raccolto i bisogni del suo cagnolino. Ma sarebbe altrettanto giusto punire severamente (cosa che non accade mai) le persone che fatto le stesse cose degli animali, ma con multe nettamente più salate.
    2) ormai la nostra amata Saronno sta raggiungendo un degrado spaventoso, mai vista la città così sporca, insicura, strade e marciapiedi pericolosi, dove alla sera, a volte anche in pieno giorno, diventa pericoloso passeggiare con i bambini per la presenza sempre più numerosa di balordi. Ma per il nostro Sindaco e per l’assessore prof Nigro, la situazione è sotto controllo è nella normalità delle città. Invito gli stessi a visitare le città vicine, Legnano, Busto e poi facciano con onestà i paragoni con Saronno.
    3) Chi sbaglia giustamente deve pagare. Ma quando le persone si fanno male perché marciapiedi e strade, sia in centro che in periferia, sono impercorribili per buche e mancanza d’asfalto, chi deve pagare?? Il Comune, il Sindaco o l’assessore???
    Provate al mercoledì andare al mercato e vi accorgerete quante persone rischiano di cadere.
    4) ormai la gente è stanca di lamentarsi e di sentire il solito bla,bla,bla, degli amministratori, basta parole occorrono i fatti. E non si venga a dire che non ci sono i soldi per dare un po’ di decoro alla nostra Saronno.

  5. i proprietari di cani che frequentano lo spazio cani via Pio XI via Buraschi raccolgono le cacche dei loro cani e di quelli che non le raccolgono – nessun merito solo senso civico – cosa dire del Lura sporco ed inquinato ? – cosa pensare di chi non fa il suo dovere di cittadino ed amministratore pubblico ?

  6. A proposito di sporco….
    Oltre agli escrementi di cani che quei zozzoni di padroni non raccologono, continuo a vedere bottiglie/lattine di alcolici buttate per terra.
    Saronno è ancora piena di persone poco raccomandabili che bevono alcolici davanti a tutti nonostante il divieto
    Vorrei sapere quante contravvenzioni sono state fatte (oltre alle 2 di cui avete scritto)

Comments are closed.