carabinieri etilometroSARONNO – Era al volante della propria Pegeout 206 nonostante non riuscisse a pronunciare frasi ben articolate e non fosse nemmeno in grado di soffiare nell’etilometro il tempo sufficiente da eseguire il test: aveva decisamente alzato un po’ troppo il gomito il 34enne uboldese denunciato dai carabinieri per guida in stato di ebbrezza.

L’uomo è stato fermato poco dopo le 4,30 in viale Europa nel corso di uno dei tanti controlli realizzati dai carabinieri sul territorio per prevenire la guida in stato di ebbrezza. Appena il 34enne ha abbassato il finestrino i militari hanno capito che aveva bevuto: la sua scarsa lucidità, l’alito e la difficoltà a formulare una frase di senso compiuto erano indizi molto chiari. Per questo i militari gli hanno chiesto di sottoporsi al test con l’etilometro. Nonostante l’uboldese volesse collaborare avere l’esito del test è stato tutt’altro che semplice.

L’automobilista non riusciva a soffiare con sufficiente forza e per sufficiente tempo da permettere la rilevazione del tasso alcolemico. Sono stati necessari diversi tentativi ma alla fine la registrazione è stata possibile. L’etilometro ha riscontrato 1,21 grammi di alcol per litro di sangue, un valore ben al di sopra dello, 0.5, tollerato dal codice della strada per potersi mettere al volante. Così è scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza. Reato per il quale il 34enne era finito nei guai anche in passato.

07072013