UBOLDO – Si è consumata poco dopo il cavalcavia di Cascina Girola, proprio al confine tra Uboldo e Gerenzano ma a poche decine di metri dall’istituto tecnico Zappa di Saronno, la seconda tragedia sui binari avvenuta nel Saronnese in sole 36 ore, giovedì 18 luglio.

Al momento sono ancora in corso gli accertamenti dei carabinieri e della polfer ma quello che è certo è che poco prima delle 18 un pensionato di 73 anni, uboldese, è morto in seguito all’impatto con il treno 362 delle 17.26 partito da Malpensa e diretto a Milano Cadorna.

E’ subito intervenuto l’elisoccorso di Como e due ambulanze, oltre ai vigili del fuoco, ma per l’anziano non c’erano speranze: è morto sul colpo ed anzi è stato dilaniato dal convoglio. Sul posto anche i carabinieri della stazione cittadina guidati dal capitano Giuseppe Regina, e gli uomini della squadra scientifica. Per tutta la durata degli accertamenti la tratta, Saronno-Malpensa usata anche per la linea Novara, è rimasta interdetta alla circolazione.

Trenord ha subito informato i viaggiatori del problema sul sito e su Twitter ed ha istituito anche delle corse sostituive per Rescaldina. Sono invece stati accompagnati a Saronno da un secondo convoglio i viaggiatori presenti sul treno 362.

Alle 20 la circolazione sul traffico in cui è avvenuta la tragedia è stata ripristinata su un binario ed il primo treno da Milano Cadorna per Malpensa è partito alle 20.28 con arrivo  alle 21.04.

Sono in corso gli accertamenti sulle cause dell’accaduto: incidente – ma in quel caso, cosa ci faceva l’anziano in quel luogo così lontano da casa sua, quasi nelle campagne e dove c’è solo un cantiere ferroviario? – oppure si è di fronte ad un nuovo atto autolesionistico, come quello avvenuto mercoledì mattina alla stazione centrale di Saronno? Un quesito al quale cercaranno di rispondere nelle prossime ore i tutori dell’ordine.

180713

2 Commenti

Comments are closed.