SARONNO – “Il cartello che illustra questo intervento è la migliore risposta a chi accusa la mia Amministrazione di non fare nulla”. E’ questo il primo commento del sindaco Luciano Porro giovedì pomeriggio alla piccola cerimonia per l’avvio dei lavori di ampliamento della piattaforma ecologica.

In nove mesi di lavoro il centro di smistamento di via Milano crescerà di un terzo creando un nuovo percorso obbligato per chi si recherà a conferire i rifiuti ma anche una miglior organizzazione degli spazi per i mezzi Econord. Si tratta di un investimento da 900 mila euro previsto nell’ultimo bando per la raccolta dei rifiuti e la pulizia strade.

Il primo colpo di escavatore è arrivato alle 15 davanti al sindaco Luciano Porro, agli assessori Roberto Barin e Giuseppe Nigro e ad una nutrita delegazione di Econord guidata dal presidente Luciano Milanese.

“Quando vent’anni fa è stata studiata la piattaforma di via Milano era all’avanguardia: questa modifica la renderà al passo con i tempi e con le necessità della città e dei cittadini. Sarà più funzionale ed efficiente. Speriamo che sia anche un’occasione – ha continuato Porro – per migliorare la raccolta differenziata e ridurre i rifiuti abbandonati sul territorio comunale”.

L’assessore Roberto Barin si è concesso una precisazione: “I lavori avrebbero potuto iniziare nel gennaio 2013 ma ci siamo presi il tempo necessario per migliorare e perfezionare il progetto. Visto anche l’investimento e l’importanza di questo servizio ci è sembrato doveroso studiarlo al meglio”.

Il sindaco ha poi voluto porre l’accento sul tema della sicurezza: “Negli ultimi anni si sono verificati furti e incursioni in piattaforma e spero che questo ampliamento ci consenta, con le telecamere, di migliorare il controllo”.

7 Commenti

  1. Se non sbaglio era il quarto punto del programma di Porro. O forse sbaglio…sarà l’undicesimo punto… o forse, tirando le somme, è il solo?

  2. Speriamo che oltre a migliorare la fruibilità della piattaforma si sia pensato a far sparire i fenomeni di sciacallaggio che giornalmente vedono presi di mira i vari cassoni dove non è difficile trovare all’interno soggetti che rovistano alla ricerca dell’oro giallo o argento (rame, ottone, alluminio)

  3. Salvo polemiche “fisiologiche”, qui, per la più parte non “accusa”, ma si fanno constatazioni precise. Ben vengano, ovviamente, i meriti (meglio, se attribuiti da altri, piuttosto che da se stessi). Insomma, meno vittimismo e più orgoglio.

  4. I GRANDI PROGETTI PER CAMBIARE SARONNO…
    10 GRANDI PROGETTI PER GARANTIRE IL FUTURO ALLA CITTÀ:
    1) PALAZZO VISCONTI
    2) PARCO ISOTTA – CUORE PULSANTE DELLA CITTA’
    3) SPAZIO AI GIOVANI
    4) SPAZIO DELLE ASSOCIAZIONI
    5) CITTADELLA DELLO SPORT
    6) CITTÀ DEI GIARDINI
    7) PARCO DEL LURA
    8) CENTRO COMMERCIALE NATURALE
    9) SVILUPPO DI ATTIVITA’ PRODUTTIVE
    10)COPERTURA DELLA STAZIONE FERROVIARIA DI SARONNO CENTRO

    questi sono i 10 punti del programma della Porro & Co. (-1) …e l’ampliamento della piattaforma ecologica NON C’E’! Probabilmente hanno pensato che realizzare quest’opera fosse più che sufficiente a giustificare la mancata realizzazione dell’intero programma!
    Le esternazioni dell’assessore Barin mi lasciano davvero basito, a tal punto che con l’istallazione delle telecamere mi sentirò davvero più SICURO dentro una discarica ….più che sull’intero territorio comunale!
    Davvero …ROBA DA NON CREDERE!

  5. Non è vero che non fa nulla: ha messo al massimo le tasse che ci arriveranno da pagare il 16 giugno!

Comments are closed.