SARONNO – A causare l’allagamento del sottopassaggio di via Primo Maggio di mercoledì sera non sarebbero stati solo i 42 millimetri di pioggia caduti in meno di un paio d’ore sulla città di Saronno  ma anche l’asfalto “dimenticato” dopo il passaggio del Giro d’Italia domenica 25 maggio.

E’ noto che prima dell’arrivo della carovana della celeberrima competizione ciclistica, transitata per la città degli amaretti dopo due anni di assenza, l’arteria è stata completamente asfaltata. Per evitare scossoni ai corridori sono stati posizionati degli strati d’asfalto anche su alcuni tombini del sottopassaggio. In realtà non si trattava di una vera e propria asfaltatura ma di uno strato eliminabile agevolmente in un secondo momento.

In realtà il nubifragio dell’altro giorno è arrivato prima della rimozione e con alcuni tombini chiusi l’acqua non ha potuto defluire finendo per allagare il sottopassaggio. Sono stati i pompieri arrivati sul posto a rimuovere l’asfalto (rimasto sul ciglio della strada, come bene visibile dalle foto) e liberare i tombini facendo scorrere l’acqua.

L’allagamento ha lasciato nel sottopassaggio anche un po’ di sporco e di residui che sono stati rimossi nella giornata di ieri.

06062014

8 Commenti

  1. Il giorno dopo il disastro “bomba d’acqua”, a prescindere dalle responsabilità ben identificabili nell’incompetenza e nell’inadempienza che ha poco a che fare con la “bomba d’acqua”, bisognava pulire il sottopasso, almeno per i pedoni. 8291 cittadini saronnesi hanno scelto di avere la fogna a cielo aperto. Grazie! Scoperchiate anche la Lura e la città vi ringrazierà ancora di più. Bravi!

  2. In molti dicono che i tombini non centrano , quindi chi ha ordinato ai vigili del fuoco di rimuovere l’asfalto?
    In questo stato non sono pericolosi questi tombini?

  3. Ma il tombino coperto con asfalto era solo uno ed oltretutto tra il primo e secondo ponte, perciò già in salita, forse bisogna far pulire i tombini a mano e non facendo passare la spazzatrice che la sporcizia ce la infila dentro e la comprime otturandoli.

Comments are closed.