sar - san giovanni boscoSARONNO – Tanta preoccupazione ieri pomeriggio alla scuola elementare e materna San Giovanni Bosco in via Albertario, nel cuore del quartiere Matteotti,  dove è stata investita da bimba di soli 5 anni. L’incidente è avvenuto alle 16,21 quando la piccola, di origine bengalese accompagnata dalla mamma, è stata colpita da una Fiat 500. A bordo dell’utilitaria un saronnese di 33 anni che si è subito fermato per cercare di aiutare la bimba. Immediata la chiamata al 118 che ha portato sul posto un’ambulanza del Sos Uboldo.

Inizialmente si temeva per le condizioni della piccola ma in realtà fatti i primi accertamenti i sanitari hanno rassicurato la mamma. In ogni caso, anche a scopo precauzionale, la bimba è stata accompagnata all’ospedale cittadino per una serie di accertamenti. Sul posto anche una pattuglia della polizia locale che ha effettuato i rilievi e raccolto la testimonianza del conducente dell’auto e di alcuni testimoni. L’episodio ha suscitato molta apprensione tra i genitori e i piccoli presenti davanti alla sede scolastica.

(foto archivio)

20012015

3 Commenti

  1. Ennesimo episodio, stavolta pare senza conseguenze gravi.

    Serve è che le persone imparino ad andare piano sempre, soprattutto in città, soprattutto attorno a luoghi come le scuole, dov’è un attimo che un bimbo scappi al controllo degli adulti.

    È un mese che infuria la polemica per 70 metri di ciclabile in via Varese che “forse” sono pericolosi e dei problemi legati alle auto si parla solo quando qualcuno vuole fare il salvatore della patria togliendo il limite a 30 km/h.

    Nel frattempo, negli ultimi due anni, abbiamo avuto 5 morti sulle strade del saronnese e i feriti gravi non si contano, anche tra i minori.

    Auguri di pronta guarigione alla bimba.

    • tu”mio caro”filosofo strumentalizzi ogni cosa….ma fatti zero…………..meno di zero.
      mi sono letto il tuo programma del 2010…….ridicolo.

  2. Continuate a portare i figli in macchina, e queste saranno (se non anche ben più grave) le conseguenze. Tanto al piteco medio, dei morti stradali (o feriti) non gliene frega un accidente.

Comments are closed.