SARONNO – Il 3 settembre dell’anno scorso aveva minacciato con una roncola alcuni studenti in viale Santuario a Saronno, che a suo dire lo avevano “guardato male”. Arrestato dai carabinieri era stato quindi posto ai domiciliari nella casa di mamma a Gerenzano ma adesso è stato di nuovo preso in consegna dai militari e trasferito in carcere: stavolta se l’era presa con mammà, che dal faccia a faccia con il figlio ne uscita decisamente malconcia. La sua colpa? Quella di essere a letto malata e lui è andato su tutte le furie perchè non aveva preparato la cena.

studenti inverno viale santuario

Trentanove anni, personaggio già noto alle forze dell’ordine, il gerenzanese è ora finito nel carcere di Busto Arsizio con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. All’abitazione di Gerenzano i carabinieri del vicino comando di Cislago sono accorsi dunque l’altra sera su segnalazione dei vicini, che sentivano gridare. E’ sopraggiunta anche una ambulanza, la donna – che ha 56 anni – è stata trasferita all’ospedale di Saronno, con un ematoma allo zigomo sinistro ed altre contusioni, per fortuna niente di particolarmente grave. E’ poi emerso che quello non sarebbe stato un episodio isolato, tanto che la signora aveva preso l’abitudine di chiudersi a chiave in camera da letto, di notte quanto di giorno, per sfuggire al comportamento irrascibile e violento del figlio, e che proprio alla vigilia di Natale c’era già stata una lite molto animata.

05022015

10 Commenti

  1. Bisogna riaprire i manicomi, la Basaglia é una legge che scarica alle famiglie il problema.

  2. E se non è colpa di Porro… sarà colpa di Basaglia! Speriamo arrivi il Silighini a profanarne la memoria per far contenti tutti gli italiani medi

    • come al solito, non hanno mai visitato il manicomio di Mombello, e vogliono sempre e comunque la controriforma.
      La legge Basaglia non va abolita ma completata, solo che i soliti resistenti lo hanno impedito nei decenni passati….soprattutto perché è una riforma laica e civile

      • Appunto, se non la si completa finisce col penalizzare i familiari, vedi la signora dell’articolo.

  3. Forse questi individui non andrebbero lasciati in giro. Se sono pericolosi vanno rinchiusi.

Comments are closed.