cristiano borghiGERENZANO – Allarme furti a Gerenzano: a lanciarlo è l’ex assessore ed ora consigliere comunale d’opposizione, Cristiano Borghi della Lega Nord.

“Gli ultimi dati a livello nazionale dicono che i reati più odiosi per la gente comune, tra cui i furti nelle abitazioni, sono aumentati del 127 per cento e che questi reati vengono commessi nella stragrande maggioranza dei casi da zingari o extracomunitari – ricorda Borghi – Abbiamo deciso di parlare di questo problema proprio per il dilagare dei furti nelle case dei gerenzanesi. E’ vero che garantire la sicurezza è un compito che spetta ai carabinieri, ma non dimentichiamo che al sindaco compete la responsabilità dell’ordine pubblico in qualità proprio di primo cittadino. Quando la Lega era in maggioranza, aveva fatto diverse cose in tema sicurezza. Prima di tutto l’istituzione di un numero a disposizione dei cittadini per ogni tipo di segnalazione. Oggi questo numero non c’è più. Inoltre era stato istituito un tavolo con l’Amministrazione comunale, la polizia locale ed i carabinieri, che aveva la finalità di creare una rete di monitoraggio, prevenzione ed interventi tutti finalizzati al controllo del territorio. Questo lavoro e questa collaborazione tra i vari enti e la cittadinanza ha visto la risoluzione di questioni alquanto fastidiose”.

Prosegue Borghi

In più avevamo portato a termine, verso la fine della scorsa legislatura, un ottimo studio sul posizionamento delle telecamere all’interno del paese, soprattutto nei punti nevralgici, a rischio di furti, vandalismo, schiamazzi, spaccio. Non possiamo tacere poi sul lavoro svolto dalla vigilanza urbana coordinata dall’assessore alla sicurezza di allora, voluto fortemente dal sindaco Silvano Garbelli, per il controllo dei permessi di soggiorno, della idoneità alloggio e di tutto quanto riguardava gli affitti irregolari fatti ad extracomunitari da parte di gerenzanesi. Sono stati eseguiti numerosi sgomberi in abitazioni dove risiedevano dei cittadini extracomunitari in numero elevatissimo. Ancora oggi noi consiglieri comunali della Lega Nord veniamo quotidianamente fermati dai gerenzanesi, che ci fanno numerose segnalazioni di ogni genere che riguardano la sicurezza. Abbiamo sempre risposto correttamente, che esiste di fatto un consigliere comunale dell’attuale maggioranza con delega alla sicurezza, che dovrebbe occuparsi di queste segnalazioni, ma di cui nessuno conosce l’esistenza! E allora anche noi ci chiediamo, ma il consigliere delegato alla sicurezza cosa fa?

Le cose già avviate che hanno dato ottimi risultati chi le sta portando avanti? Per esempio proprio il progetto telecamere, visto che noi avevamo trovato il finanziamento, a che punto è? La storiella sempre usata per giustificare l’immobilismo da parte di questa amministrazione, cioè quella che “non ci sono soldi”, in questo, come in altri casi, non funziona perché anche le entrate delle multe possono essere in parte utilizzate finanziando il progetto delle telecamere come altri che riguardano la sicurezza. Questa situazione mostra, una volta ancora, la mancanza di autorità del sindaco che, oltre a presenziare a feste ed eventi vari, non ha la capacità o il potere di intervenire su suoi collaboratori.

28022015

2 Commenti

Comments are closed.