17032015 origgio videosorveglianzaORIGGIO – Tempi duri per i ladri ed i vandali che voglio entrare in azione ad Origgio: l’Amministrazione comunale ha dotato il paese di un sistema di videosorveglianza di ultima generazione che al momento controlla tutto il centro ma che nel giro di un anno sarà esteso anche ai parchi e alla periferia.

Ieri mattina nella centrale operativa del comando di via Dante accanto al municipio è stato presentata la prima parte dell’operazione dal comandante del corpo di polizia locale Alfredo Pontiggia.

“Sono occhi elettronici con una definizione di 5 megapixel che possono essere utilizzati sia in tempo reale sia in modalità registrazione. Le immagini sono conservate per sette giorni ed è possibile riconoscere gli autori di vandalismi e furti ma anche intervenire rapidamente su problemi viabilistici come un camion che perde il carico o una vettura che intralcia la circolazione”.

La risoluzione è tale da consentirne il perfetto funzionamento sia di giorno sia di notte e con qualsiasi condizione meteo. A provare la validità della nuova videosorveglienza sono già arrivati dei risultati positivi. Nelle ultime ore è già stato identificato un giovane teppista che aveva danneggiato alcune vetture intorno all’oratorio.

A tenere a battesimo il progetto il vicesindaco Evasio Regnicoli e l’assessore al Bilancio Andrea Palomba. Proprio quest’ultimo ha spiegato la cornice dell’iniziativa: “E’ un progetto che portiamo avanti da un anno e che si concluderà tra due. Al termine dell’opera l’investimento sarà di 300 mila euro perchè oltre alla centrale operativa e all’acquisto delle telecamere abbiamo dovuto realizzare anche tutte le infrastrutture visto che le 26 telecamere saranno tutte collegate in Wi fi. Inoltre il sistema è controllabile anche da remoto con un ipad in dotazione al comandante e con la stazione mobile. Non abbiamo trascurato nessun aspetto neppure quello della privacy visto che la presenza delle telecamere è ben segnalata dalla presenza della necessaria segnaletica e che il progetto è stato approvato, in ogni sua parte dal Prefetto Giorgio Zanzi”.

“L’obbiettivo di questo progetto – ha rimarcato il vicesindaco – non è solo quello di reprimere vandalismi, furti e schiamazzi notturni ma si esplicita anche a livello di prevezione. Vogliamo aumentare il controllo su quanto accade in paese così da aumentare anche la sensazione di sicurezza dei cittadini”.

Il secondo step, che sarà realizzato tra pochi mesi e prevederà l’installazione di altre 13 telecamere nei parchi pubblici e nei punti critici della periferia cittadina da Villa Borletti alla Cascina Muschiona.

18032015

2 Commenti

Comments are closed.