SARONNO – Un biscione visconteo lungo 25 metri realizzato con stoffe di riciclo, rose bianche di tessuto nelle aiuto ed una maxi insegna scritta coi bottoni con questi elementi il gruppo “Dress it! Vesti la città” ha fatto rivivere Palazzo Visconti.

L’ultima iniziativa è stata realizzata nel fine settimana quando i volontari hanno, poco per volte, arricchito la faccia dell’edificio civile più antico di Saronno.

Per prima cosa è stato posizionato, sull’accesso da piazza Indipendenza dove una volta c’era l’ingresso al cinema sotto le stelle, un patchwork con la scritta palazzo Visconti realizzata con una lunga serie di bottoni colorati.

Sempre su questa facciata è stato “vestito” il portone che è chiuso ormai dal 2010 quando l’Amministrazione sigillò completamente il palazzo per scongiurare occupazioni abusive. E’ stato completamente ricoperto di tende bianche che ricreano  l’immagine del chiavistello e di un albero.

Un tocco di femminilità è stato poi dato alle aiuole del passaggio pedonale tra via Pasta e via Tommaseo: oltre ad essere stati ricoperti di stoffa i bordi sono stati anche “piantate” delle rose bianche di stoffa. Installazione più coreografica è il lunghissimo, 25 metri, e molto pesante biscione visconteo che corre lungo la facciata. La figura è stata creata con pezzi di stoffa colorata e posizionata nel pomeriggio di domenica.

Nelle ultime settimane sono diversi i progetti realizzati nel centro storico: dal maxi aquilone che in corso Italia copre un graffitto sotto i portici al rogo intorno alla statua della Riconoscenza alle coloratissime braccia, già amatissime dai più piccoli, che avvolgono gli alberi di piazza Aviatori d’Italia.

31032015