SARONNO – Improvviso malore per la strada: momenti di concitazione sabato mattina in via Don Luigi Monza, all’angolo con via Bainsizza dove un pedone, un 41enne del posto si è accasciato sul marciapiede. Sono stati i vicini ad accorgersi di quel che stava accadendo ed a dare l’allarme, sul posto è accorsa una ambulanza della Croce azzurra dalla vicina Caronno Pertusella.

Le condizioni del paziente sono state stabilizzate e quindi è avvenuto il trasferimento all’ospedale di Garbagnate Milanese per tutte le verifiche mediche del caso. Ad assistere alle operazioni di soccorso molti residenti nella zona, richiamati in strada o alle finestre dalla sirena dell’autolettiga. Proprio i passanti sono stati i primi a prestare aiuto al malcapitato, le cui generalità non sono state rese note. In tanti a fermarsi nel vederlo in difficoltà, e molti con il proprio telefono cellulare hanno subito contattato il 118 o il 112, i numeri delle emergenze.

(foto: alcuni momenti dei soccorsi, nelle immagini inviateci da un nostro lettore)

26092015

7 Commenti

  1. Ma l’ospedale di Saronno?
    Fagioli (Lega Nord come Maroni) ha chiesto garanzie per lo sviluppo del nostro nosocomio?

    • Ignorante , senza offesa, nel senso che la maggior parte della gente non sa e ignora che è la centrale operativa , il 118 per intenderci, che decide dove trasportare il paziente in base al caso e alla disponibilità dei vari pronto soccorso .
      Basta questo?
      marco

  2. Ignorante , senza offesa, ma come molti ignori che è la centrale operativa , il 118 per intenderci, che decide dove trasportare il paziente, in base al caso e alla disponibilità dei pronto soccorso,

    può non piacerti Fagioli, ma non è né Gesù né padre Pio
    ciaoo ool ok
    Marco

  3. E se il Ps di Saronno fosse stato intasato da casi stupidi e non urgenti?
    che ne sai?
    Sai come funziona?

  4. Comunque è vero che l’ospedale di Saronno viene ogni giorno depotenziato. Saronno ha un bacino d’utenza di 150/180.000 abitanti ma il suo ospedale viene smantellato a favore di altre realtà del varesotto più care alla Lega Nord per l’indipedenza della Padania(Busto Arsizio e non solo); basta leggere il nuovo piano del leghista Maroni che è anche a capo della Sanità. La nostra amministrazione dovrebbe impegnarsi per l’Ospedale e con la Trenord per le fermate del Malpensa che Busto ci ha sottratto grazie all’intervento di politici leghisti che, evidentemente, contano di più dei leghisti di Saronno. Invece, sembrerebbe, che perdono tempo per ridurre la zona ZTL, già molto trafficata, aumentare le auto in centro, aumentare la velocità delle auto, cambiare alcuni sensi unici solo per dare ascolto a chi urla di più.

  5. Sarà che sono ignorante e Marco intelligente, ma basta prenotare una visita specialistica, a Saronno e sai che devi aspettare un anno, ma se vai a Busto Arsizio te la danno in due settimane.
    Queste sono scelte politiche.

  6. Perché a busto hanno molto più personale a disposizione. A Saronno c e’ carenza di tutto.

Comments are closed.