biciclette rastrelliere stazione SARONNO – Riconosciuto da una delle sue vittime come ladro di biciclette (con in mano una due ruote di provenienza furtiva) ha ammesso di rubare e rivendere biciclette per guadagnare qualcosa che gli consenta di sbarcare il lunario.

Tutto è iniziato qualche giorno fa quando un papà saronnese si trovava in stazione con i due figli: ha appoggiato la bicicletta e mentre seguiva un attimo i due piccoli un uomo ha preso la due ruote che il proprietario non aveva ancora legato. Ovviamente non ha potuto inseguirlo, per non lasciare solo i bimbi, ma ha memorizzato il volto. Così quando un paio di giorni dopo l’ha rivisto al Carrefour di via Primo Maggio, per altro impegnato a mettere una bicicletta da donna bianca nella rastrelliera, l’ha subito riconosciuto ed ha allertato i carabinieri.

Davanti ai militari il ladro, un saronnese di 37 anni, ha subito ammesso di aver rubato la bicicletta da donna poco prima in vicolo Santa Marta dove era stata lasciata in un cortile interno. Ha spiegato di rubare le biciclette per rivenderle proprio come aveva fatta con quella del giovane papà. Per il saronnese nessuna speranza di recuperare il suo mezzo, dunque, mentre per il ladro è arrivata una denuncia per furto aggravato e continuato. I carabinieri hanno avviato le ricerche per rintracciare la proprietaria della bicicletta da donna.

7 Commenti

  1. ” Rubo … e sono felice …
    tanto con le leggi che ci sono in Italia non mi fanno niente, perché non continuare a farlo…”

  2. Io rubo per vivere, io ammazzo per vivere, io stupro per vivere,ecc.
    Ma siamo sicuri che vogliamo che tutti questi criminali vivano? E davvero necessario??

Comments are closed.