06022016 commissione acqua  (5)SARONNO – La conferenza di servizi sull’ex Cantoni in programma martedì è stata momentaneamente “sospesa” per la richiesta di Arpa di avere la possibilità di verificare il vademecum consegnato negli ultimi giorni dal “Gruppo di lavoro ex Cantoni-Pozzo Parini”.

Facciamo un passo indietro: la conferenza dei servizi convocata per martedì mattina ha visto la presenza dei delegati di Arpa, Asl e Provincia, oltre ai tecnici e rappresentanti del Comune a partire dagli assessori Gianpietro Guaglianone e Mariaelena Pellicciotta, con il presidente della commissione ambiente, Carlo Pescatori. All’ordine del giorno l’analisi del piano di bonifica presentato dalla proprietà con gli ultimi approfondimenti sugli interventi sui terreni e il capitolo ben più complesso di quelli sull’acqua.

“Le posizioni del Comune, Provincia e Asl sono state chiare, mentre da parte di Arpa si è preferito prendere tempo per altre valutazioni – ha riassunto l’assessore all’Ambiente Gianpietro Guaglianone al termine dell’incontro – Abbiamo per questo già deciso la prossima convocazione (21 giugno) in modo da procedere rapidamente. Credo che l’interesse primario di tutti sia quello di tutelare la salute dei cittadini e quindi anche il fattore tempo è importante”

LA POSIZIONE DELLA PROVINCIA
Provincia ha dato il suo nullaosta all’ultimo tranche per la bonifica dei terreni mentre sulla bonifica dell’acqua ha chiesto alla proprietà alcune modifiche del piano (dalla definizione più precisa degli obiettivi da raggiungere, alla realizzazione di una barriera idraulica (un pozzo ad hoc che arriverà a 50 metri di profondità). Osservazioni condivise dal Comune che ha aggiunto la richiesta di un cronoprogramma preciso e la predisposizione delle fideiussioni per l’avvio della bonifica del suolo.

AMIANTO
Non solo: l’Amministrazione ha sollevato anche il problema legato alla presenza di amianto chiedendo una dettagliata valutazione dei rischi. Vista la richiesta di Arpa di poter valutare il materiale fornito dal “Gruppo di lavoro ex Cantoni-Pozzo Parini” la conferenza è stata momentaneamente sospesa. “Abbiamo già stabilito la nuova data, martedì 21 giugno, – evidenzia Guaglianone – così da evitare inutili lugaggini”.

ASSESSORE: “NESSUNA RETICENZA”
A latere dell’incontro Guaglianone risponde anche alle accuse arrivate da Legambiente e Comitato Abc in merito alla scarsa informazione: “Non c’è nessuna reticenza da parte dell’Amministrazione a fornire informazioni e a collaborare con quanti vogliono seguire l’evolversi della situazione”.

(foto archivio)

01062016

5 Commenti

  1. In Italia mi non stupisco più di niente, un comitato privato senza alcun riconoscimento tecnico o politico prepara un documento che a sua volta viene inviato in comune da PD, [email protected], ecc, e l’Arpa si ferma, e chiede tempo: ma cosa fa allora??? da sola non è capace??

  2. E meno male che ci sono i comitati, altrimenti ci saremmo ritrovati con l’acqua inquinata che usciva dai nostri rubinetti e con tutti i fabbricati costruiti su terreni non bonificati.

  3. rimane il mondo al contrario, l’Arpa dovrebbe fare il proprio dovere e consegnare alla cittadinanza le proprie conclusioni. Lo stesso per l’acqua inquinata, l’Arpa dovrebbe dire cosa succede subito, non su sollecitazione esterna.

Comments are closed.