SARONNO – Primi giorni di “nascita” per la Saronno Robur, che va all’assalto della prima categoria ma deve fare i conti con non pochi problemi. In primo luogo il terreno di gioco, dopo 97 anni (è stata fondata nel 1919), non si esibirà più sullo storico campo di via Colombo, il “Monsignor Ugo Ronchi”. È stato lo stesso presidente della società saronnese, Piero Bene, ad annunciare la novità: “ Abbiamo appreso della decisione dal prevosto, monsignor Armando Cattaneo. Ne prendiamo atto, l’accordo è scaduto lo scorso primo luglio,il rimborso spese pattuito è stato pagato tutto ma le scelte alla fine sono state diverse. ma i nostri obiettivi di certo non cambiano”.
Prosegue il numero uno della Robur: “Come detto i conti sono a posto, cambieremo logistica e ci appoggeremo al campo di via Prealpi e allo stadio cittadino, ma i nostri obiettivi non cambiano, restiamo una squadra e una società ambiziosa”. Nella sostanza la Robur rinuncerà al settore giovanile, puntando tutto su quello agonistico. Tornando al discorso puramente tecnico, il direttore sportivo Alessandro Brazzelli e il tecnico Antonio Roncuzzi hanno già definito il roster per la prossima stagione, che sarà così composto.
I portieri sono Alessandro Sardini, classe ‘96, dall’Ossona; Daniele Piuri, ‘93; e Mattia De Lorenzo, ‘91, dal Paderno. In difesa Alessandro Carenza, ‘93, Luca Bardella, ‘88; Alessandro Carnaghi, ‘85, Busto 81; Domenico Paciglio, ‘92, Ceriano; Alessandro Baratelli, ‘97, Cassano; Alex Rossi, ‘95, Tradate; Gianluca Franco, ‘94; a centrocampo Riccardo Di Gennaro, ‘93; Alessio Marano, ‘86; Alessio Nardone, ‘92, Antoniana; Roberto Simone, ‘89 Aurora Cantalupo; Claudio Gangitano, ‘85, Maslianico; Alessandro Guarneri, ‘84, dalla Svizzera; Luca Radice, ‘95, Jordan Muarenhi, ‘95, Tradate; in attacco ci sono Daniel Fichera, ‘93, Luca Ruggeri, ‘89, Besnatese; Andrea Guariso, ‘86, Sedriano; Luigi La Rocca, ‘93.

19072016

17 Commenti

    • Si sì tranquillo giacomino, sfasciata. Quasi 100 iscrizioni, palestra nuova da 100 metri quadrati, nuovi maestri del giro della nazionale ma per il saronnese medio è… Sfasciata. Gente informatevi, VIVETE LA CITTÀ della quale vi riempite la bocca. via San Carlo 1 a Saronno e sito saronnorobur.com. vai poi ci racconti!

      • Giacomo e non Giacomino..Piero e non Pierino.
        100 iscritti per la scherma sita all’Arcivescovile …si sa..
        Il resto è bla bla bla

  1. È già …. Ci ha zittiti con il calcio e ora ci proviamo con la scherma.
    Ragazzi l’ho attaccato per sei mesi e tutti i miei post sono visibili, adesso però mi sembra che si sta esagerando contro una persona che in fondo a molti di voi non ha fatto nulla

  2. Cosa ci faceva il futuro DEUS EX MACHINA della NUOVA GS ROBUR Nocera alla presentazione della Saronno Robur due prove….

    • Nocera aimè non è potuto venire per impegni. Ma sarà sempre il benvenuto, come saronnese, come tifoso, come libero cittadino. Tu “Anonimo” invece puoi stare a casa, anzi DEVI!

  3. Per mentalità lo siamo già tra un paio d’anni saremo la prima squadra a Saronno.
    Forza presidente Bene siamo tutti con te !!
    Presentazione mai vista così a Saronno se il buongiorno si vede dal mattino.
    A voi non vi resta che gufare.

    • Presentazione mai vista? Ottica avanzi propone delle ottime offerte.
      Il mister è un po’ datato dovrebbe dedicarsi ai nipoti. Vista la rosa,campionato da metà classifica. Si gioca per la passione e nn per i soldi.

  4. Non è stata rinnovata la convenzione..saronno robur per questa stagione ha solo il comunale…la prossima invece potrà sempre andare a Cesate.

  5. Il prealpi è stato dato all’Fbc.
    È la società con piu squadre.
    Robur sul cemento del Gianetti

  6. Dovrebbe tornare la società Matteotti altro che f.b.c.che per impadronirsi dei campi altrui hanno fatto fallire due società prima di fallire anch’essi.
    Per quanto durerà questa società e cosa si inventeranno al prossimo fallimento

    • Fammi un piacere, spegni il PC e vai un po’ in ferie, che il caldo causa disturbi cognitivi. Bisognerebbe conoscere per parlare: l’FBC è rinato per durare. Alla facciaccia di tutti i rosiconi

Comments are closed.