BASSA COMASCA – I carabinieri ci stavano lavorando da giorni. Varie le segnalazioni che erano arrivate al comando per riferire di movimenti sospetti a Bregnano nei pressi di via primo maggio. La scorsa serata i militari, dopo un prolungato appostamento, hanno sorpreso un marocchino, classe 1988, residente a Bregnano, mentre stava vendendo una dose di cocaina ad un assuntore arrivato in quel luogo con la propria auto.

Immediatamente intervenuti, i carabinieri hanno sequestrato il mezzo grammo di stupefacente e hanno esteso il controllo all’abitazione dello straniero. Con l’ausilio delle unità del nucleo cinofili di Casatenovo, hanno setacciato l’intero appartamento rinvenendo ben nascosti dentro una stufa a pellet, 35 grammi di cocaina già suddivisi in dosi, un bilancino di precisione e 5.000 euro in contanti, probabilmente il provento dell’illecita vendita.

Nelle fasi del controllo era presente anche una donna, una 42enne convivente del marocchino che ammetteva la sua piena complicità nella detenzione della droga: anche lei tratta è stata arrestata. Entrambi sono stati trasportati nel carcere del Bassone di Como a disposizione dell’autorità giudiziaria.

30122016