COLLECCHIO – Per una volta i pronostici non sono stati smentiti: la favorita era Bollate e Bollate ha vinto. Il riferimento va alle final four della Coppa Italia Isl, la massima serie, andate in scena sabato pomeriggio e sera a Collecchio, campo neutro nel Parmense. C’era anche Saronno, sorprendente finalista “tutta italiana” che nella gara d’esordio di semifinale ha ben figurato, anche se non è bastato contro le campionesse d’Italia dello Specchiasol Bussolengo. Un punto delle venete alla quarta ripresa, replica saronnese alla sesta ma sempre sesto inning Bussolengo ha risposto con un altro punto, rivelatosi decisivo: 2-1. Alice Nicolini lanciatrice del Saronno senza timori reverenziali, si è confrontata a distanza con la straniera del Bussolengo, Nisa Ontiveos (poi sostituita da Veronica Comar), ben figurando; per Nicolini nove strike out all’attivo.

Nella seconda semifinale un’altra gara “tirata”, con Bollate vittoriosa 4-3 su Forlì. Finalissima serale, dunque, fra altomilanesi e venete; il risultato finale parla di un 3-1 per Bollate maturato nella parte conclusiva del match. Vantaggio bollatese alla terza ripresa, la reazione dello Specchiasol al quarto inning, 1-1. Ma è poi Bollate a prendere il largo: un punto alla quinta ed un punto alla sesta consentono alla formazione di Ospiate di portarsi a casa il primo trofeo della stagione.

(foto archivio)
15042017