SARONNO – Doppio arresto della polizia di Stato: trovate con tre chili e mezzo di eroina, valore di quasi trecentomila euro, sono finite in manette due persone residenti a Saronno. Ma è successo tutto a Bolzano: l’altro giorno nella centrale via Venezia il fermo di un albanese di 36 anni, domicilio a Saronno: nella Opel Corsa sulla quale viaggiava sono stati trovati due chili di eroina “caramellata”, suddivisi in panetti e nascosti sotto il sedile posteriore, per due chili complessivi.

Venerdì scorso era stato invece arrestato un calabrese di 49 anni, pure lui abitante a Saronno, bloccato sulla sua Bmw al casello autostradale di Bolzano nord: al posto della ruota di scorsa c’erano panetti di eroina, per complessivi 1.5 chilogrammi. Entrambi sono finiti in carcere, la polizia pensa che la droga fosse destinata al mercato locale, che ne sarebbe stato sommerso: basti dire che si tratta di un quantitativo corrispondente a quanto solitamente viene sequestrato fra Bolzano e dintorni nell’arco di almeno tre anni. C’era un legame fra i due saronnesi? I poliziotti pensano di sì, considerando che in passato l’albanese era già incappato in un controllo e trovato alla guida di una vettura di proprietà del calabrese. Ma perchè la droga seguiva la direttrice Saronno-Bolzano? Forse perchè da queste parti, come testimoniano i molti sequestri di droga degli ultimi tempi, è facile rifornirsi.

01062017

1 commento

Comments are closed.