GERENZANO – Anche Pier Angelo Gianni, candidato sindaco di Gerenzano democratica, è stata ospite dell’emittente locale Radiorizzonti Fm 88 per le interviste pre-elezioni amministrative, fissate domenica 11 giugno.

I problemi ad affrontare:”Abbiamo un Municipio totalmente sotto staff, ci sono servizi gestiti da una persona sola, se c’è un mal di lancia chiude l’ufficio. Pesantemente sotto organico sono anagrafe, ufficio tecnico, ed il comando dei vigili urbani” ha ricordato Gianni. Sulla sicurezza,”è stato avviato il controllo di vicinato che costituisce un valido deterrente e va promosso. Pensiamo anche a sistemi intelligenti per individuare tramite le targhe delle auto se ve ne sono di sospette, seguendo l’esempio di alcuni altri Comuni del Varesotto. La sicurezza è un problema molto sentito dalla popolazione ma non da cavalcare a fini elettorali”. Gianni ha proposto poi la sua idea della Gerenzano futura:”Farò saltare sulla sedia ma penso che Gerenzano sia in una fase di stanchezza e chiusura in sé stessa, pensa al proprio orticello ma non guarda al futuro. Noi crediamo ci voglia la scossa, l’elettroshock. Ci vuole sviluppo, nessuna altra lista ne parla; che Gerenzano diventi un polo di attrazione”. Per il sociale, Gianni ha parlato tra l’altro di “social housing”, sulle tasse di “pressione fiscale da tagliare, ed addizionale Irpef da eliminare”.

Perché votare Gianni?“Se volete una scossa votate Gerenzano democratica. Gli altri sono legati ai soliti schemi, noi siamo sganciati da tutto, non abbiamo nessun legame. Una visione chiara, con trasparenza ed apertura alla collaborazione sono le nostre parole chiave. Credo che il nostro messaggio possa essere recepito da una nuova Gerenzano”. Infine la discarica:”Anche in questo caso siamo gli unici che ne parlano, le opere di bonifica restano prioritarie”.

09062017