COMASCO – I carabinieri della stazione di Mozzate, nel corso della mattinata, hanno arrestato un cittadino marocchino residente a Limido Comasco, classe 1992. Nei suoi confronti è stata data esecuzione all’ordinanza di sospensione della misura alternativa dell’affidamento terapeutico con contestuale accompagnamento in carcere. Il provvedimento, emesso dal Tribunale di sorveglianza di Milano, si inserisce nell’ambito del controllo del territorio costantemente posto in essere dai militari dell’Arma.

A seguito di tale attività, in particolar modo rivolgendo attenzione alle persone sottoposte a misure alternative alla detenzione in carcere ed in generale a soggetti con precedenti di polizia sul territorio, il nordafricano è stato sottoposto a controllo nel corso della serata del 31 gennaio 2017 alle 23. Non trovato a casa, è stato segnalato alla competente autorità giudiziaria in violazione degli obblighi che lo obbligavano a rimanere nella propria abitazione dalle 20 alle 7 di ogni giorno. A seguire il provvedimento della magistratura che l’ha portato in cella.

(foto archivio)

03012018

1 commento

Comments are closed.