SARONNO – Un otto marzo davvero unico per la città degli amaretti che al teatro Pasta ha visto in scena “Les bords du monde” uno spettacolo di Teatro-Azione con attori provenienti da diversi paesi su migrazioni e non solo. Tra gli attori sei giovani che appartengono al gruppo Pé no Chao, educativa di strada di Recife.

L’iniziativa, che ha avuto una grande risposta da parte della città, è stata organizzata dalla Compagnia Ophelia Theatre e Gruppo Pè no Chao Saronno con il patrocinio della Provincia di Varese. Il palco si è animato di una suggestiva creazione che supera i confini tra culture, lingue e generi artistici con artisti dalle favelas del Brasile, dalla Siria, da Marocco, Togo e Haiti. Il ricavato dello spettacolo sarà devoluto al Gruppo Pè no Chao di Recife.

“Pé no chao” è un’espressione portoghese che significa “piedi per terra”. Camminare con i piedi per terra è la normale condizione di molti dei meninos de rua (bambini di strada) che popolano il Brasile. Questa espressione è, dal 1994, anche il nome di un gruppo di educatori ed educatrici che lavorano proprio con i bambini di strada nella città di Recife. L’attività educativa ha diversi obiettivi, come il ritorno dei ragazzi di strada nei loro ambienti di vita normale (la famiglia) e il recupero di alcuni diritti loro negati dalla condizione di miseria (la scuola, l’iscrizione anagrafica). A Saronno esiste dal 1995 un gruppo che sostiene economicamente Pé no Chao organizzando appuntamenti che coinvolgono associazioni di solidarietà sociale. Sono ormai un must le tradizionali ‘cene brasiliane’, occasioni di incontro, finanziamento e conoscenza di un’altra cultura e del lavoro in Brasile.

Ecco le immagini della serata per gentile concessione del fotografo Armando Iannone