LIMBIATE – Prima il flash mob in piazza con la cornice del municipio illuminato di rosso e poi gli studenti invitati a lasciare i loro messaggi per la lotta contro la violenza sulle donne. Così l’amministrazione di Limbiate ha coinvolto la comunità, partendo dai più giovani, in occasione della giornata internazionale istituita per ribadire il “no” a qualsiasi forma di violenza nei confronti delle donne.

In realtà, tutto il mese di novembre è stato caratterizzato da iniziative di sensibilizzazione promosse in collaborazione con l’associazione White Mathilda: molto apprezzata la serata al teatro comunale, alla presenza del vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala, del sindaco Antonio Romeo e dell’assessore Elena Centemero con l’esibizione dei ragazzi vincitori del concorso “Il mondo che vorrei”, che ha visto dare libero sfogo alla creatività degli studenti nell’elaborazione di un prodotto artistico sul tema del cyberbullismo e della lotta alle discriminazioni: grandi applausi per tutte le esibizioni sul palco, in particolare per la band prima classificata, i Bad Farmers.

Segnale concreto della loro partecipazione al progetto lo hanno dato le classi (la terza media F.lli Cervi e la quinta superiore del Castiglioni) che venerdì mattina sono state in municipio, accolti dall’assessore alla Scuola Agata Dalò, ad attaccare sulla bacheca nell’atrio i loro fiocchi bianchi, che riportano frasi di impegno contro la violenza alle donne.

26112018

(nelle foto: gli eventi limbiatesi per la giornata di lotta alla violenza contro le donne)