SOLARO – “Si è tenuta ieri mattina al “Centro Parco Polveriera” di Solaro la prima “Comunità del Parco” dopo l’approvazione dello statuto che sancisce a tutti gli effetti l’allargamento dei confini della nostra area protetta. Ora la compongono tre province, Città metropolitana, Monza e Brianza e Como, e ben 29 Comuni”. Lo fa sapere in una nota l’ente parco.

Ha introdotto i lavori dell’assemblea il presidente Roberto Della Rovere che così si è espresso: “Oggi è una data storica perché chiude simbolicamente la sua storia il Parco delle Groane così come lo abbiamo conosciuto dal 1976 e inizia il suo percorso il nuovo Parco delle Groane e della Brughiera Briantea. Faccio questa affermazione con estremo orgoglio anche perché questo percorso è costato tempo e molta fatica, ma alla fine abbiamo portato a casa questo enorme risultato grazie alla presenza, alla costanza e alla perseveranza di tutti i Comuni e delle Province rappresentate. Ringrazio anche Regione Lombardia che ha sempre appoggiato la nostra linea. Siamo l’unica realtà che effettivamente ha adempiuto all’indirizzo contenuto nella legge regionale di riordino dei parchi in cui si fa cenno alla possibilità di aggregazione fra aree protette naturali e questo a mio avviso è un risultato significativo che questa “Comunità” può portare al territorio. Il Parco delle Groane e il Plis della Brughiera sono le due uniche realtà in Lombardia che hanno proceduto all’accorpamento”.

01062019