ORIGGIO – I carabinieri della Forestale hanno sequestrato 349 ragni a Origgio: nelle scorse ore la convalida del provvedimento, dopo l’intervento che i militari avevano effettuato lo scorso fine settimana.

Ad entrare in azione i forestali del comando di Milano, con il supporto dei carabinieri della Compagnia di Saronno; si sono presentati ad un evento fieristico che si stava tenendo alle porte del paese, una mostra-mercato di rettili ed insetti, per compiere un sopralluogo. L’attenzione dei tutori dell’ordine, esperti in questa materia, è stata attirata da un contenitore nel quale c’erano i 349 ragni, nati da poco e di diverse specie, anche di origine tropicale. Alcuni anche potenzialmente velenosi.
Secondo la forestale si era di fronte ad un illecito, trattandosi di ragni per i quali non è prevista la vendita in Italia ai privati. Il valore stimato dei ragni è di circa 6000 euro. Dopo la convalida del sequestro, avvenuto con la “regia” della procura di Busto Arsizio, i ragni sono stati affidati allo zoo safari di Pombia, in attesa che ne venga definito il futuro ovvero la collocazione definitiva, resta al vaglio della magistratura la posizione dell’uomo che li stava vendendo a dettaglio: la materia è dibattuto e tutt’altro che chiara, sotto il profilo normativo.

(foto archivio)

25092019

1 commento

Comments are closed.