Home Groane Ceriano Laghetto Pulizia a Ceriano Groane, Dante Cattaneo affonda contro “i sindaci di Sinistra...

Pulizia a Ceriano Groane, Dante Cattaneo affonda contro “i sindaci di Sinistra e i vertici del Parco”

823
17

CERIANO LAGHETTO – “Oggi ho visto cose incredibili nel “Bosco della Droga”, durante la consueta operazione di pulizia straordinaria nelle piazze di spaccio. Ovviamente è tutto documentato e mi assumo ogni responsabilità di quanto riporto”.

Inizia così un post particolarmente duro da parte del vicesindaco di Ceriano Dante Cattaneo: “Ieri Sindaco, Giunta e un gruppo di volontari (peraltro quasi tutte donne) si addentravano nel bosco per pulire, nonostante la pioggia, come d’altronde facciamo quasi ogni mese. Gli uomini del parco decidevano, con nostra grande sorpresa, di non accompagnarci, rimanendo fuori a guardare.Una volta all’interno, notando che due piazze di spaccio erano attive e c’era un notevole via-vai, tornavo indietro chiedendo all’agente e alle guardie del parco di accompagnarci per poter proseguire la pulizia in sicurezza.
Nonostante la richiesta, decidevano di rimanere sulla pista ciclabile, tranne una Guardia ecologica volontaria, un ragazzo di cui non conosco il nome, che però immediatamente veniva fermamente richiamato all’ordine e tornava indietro.
Pure un tossico che ha la funzione di “netturbino” degli spacciatori (pulisce le piazze di spaccio quotidianamente in cambio della dose) in quel momento si univa alla pulizia, facendoci da “guida” e sostituendosi a loro. Certo, il suo intento è stato poco spontaneo ma molto interessato: prima ce ne andavamo, prima potevano riprendere più tranquillamente i loro traffici.
Come sapete, sono più di dieci anni che combatto questa guerra: alcune volte si vince qualche battaglia, molte altre si perde”.

Dura la chiosa politica dell’ex primo cittadino Cattaneo: “I sindaci di Sinistra e la guida del Parco anziché mettere in cima alle priorità di questo territorio la sicurezza e la manutenzione, hanno semplicemente voltato lo sguardo altrove. Quasi che lo spaccio che distruggeva, pezzo dopo pezzo, questo prezioso ambiente naturale non fosse affar loro. Non si limitavano però a questo, ma arrivavano a negare il problema. Quando un noto settimanale nazionale, qualche anno fa, realizzò un reportage sullo spaccio di eroina nelle Groane intervistando il sottoscritto, il presidente del Parco e i sindaci di Sinistra sottoscrivevano una lettera aperta al settimanale, denigrando il sottoscritto e sostenendo che nel Parco non ci fosse in corso alcuna emergenza legata alla droga. L’escalation degli ultimi anni è sotto gli occhi di tutti: porzioni di Parco inaccessibili ai cittadini, morti ammazzati, morti per overdose e quintali di siringhe sepolte nel sottobosco”.

E conclude con un appello: “Liberiamo il parco dagli spacciatori, ma anche da una Sinistra nullafacente che, con questo atteggiamento, in questi anni ha contribuito al degrado e alla devastazione del nostro territorio”.

17112019

17 Commenti

  1. Avete visto piazze di spaccio e non avete chiamato forze dell’ordine ? Complimenti, sicuramente questo è il modo corretto di agire

  2. Il giorno che avrete la maggioranza assoluta dovunque immagino che le colpe saranno delle forze extraterrestri

  3. Ricordo che le GeV non sono forze dell’ordine, ma volontari con “poteri” unicamente limitati al rispetto delle regole del parco. La criminalità deve restare di competenza delle forze dell’ordine.
    Il problema è tutto lì. Non c’entra niente questa genetica “sinistra”, ma non si perde mai il vizio di accusare la parte “avversa” per guardare consensi. Il gioco ha le gambe corte e prima o poi la realtà viene fuori. Bisogna setacciare con le forze dell’ordine l’area costantemente, andando poi a colpire anche i clienti, perché molti dimenticano che senza “clienti” non ci sarebbe tutto questo schifo.

    • se fosse un film storpiandolo lo intitolerei “per un pugno di voti in più”. la cosa tragicomica è che funziona perché poi i voti li prendono …..

  4. Prima di pulire il parco, pensa a pulire il tuo paese dai tanti”turisti” che lo frequentano grazie alla inutile pubblicità. Basta con questa inutile propaganda.

  5. Dante sono innumerevoli gli articoli. La realta’ sempre la stessa. Sembra non cambiare mai nulla, se non le sue foto.
    Fate “controlli” con volontari, che non hanno ne` la preparazione ne` il potere delle Forze dell` Ordine.
    Ma a Ceriano esiste la Polizia Locale? Almeno usate loro con supporto dei Carabinieri. Fatte pattugliare le strade dalla Polizia Locale come deterrente a chi si ferma per comprare. Se no veramente sembrano scuse x far parlare di se o giu` di li…

  6. è solo un esibizionista…. prima o poi ci libereremo del suo faccione in ogni articolo su ceriano?!?!?

  7. Ma il VICE Sindaco Cattaneo non ha governato per 10 anni , i risultati ? , NULLA solo un sacco si selfie , speriamo che qualcuno risolva questo problema complesso , almeno Cattaneo non avrà più scuse di fare la lotta allo spaccio , e almeno farà qualcosa per le scuole di Ceriano , le strade, il commercio , i ciitadini poveri e le persone anziane , poichè non è stato fatto nulla in dieci anni con la scusa dei tossici .

    • Ceriano: negozi quasi zero (esclusi i bar), aziende che hanno investito negli ultimi anni?
      Per favore fate un elenco.
      Chiusa la ex Snia nessuno che viene ad investire a Ceriano.
      E colpa della droga o c’e qualcosa d’altro che non va?
      Si accettano spiegazioni.

  8. il sig. cattaneo dimentica, con opportunismo, che a saronno c’è un sindaco leghista il quale minimizza lo spaccio di droga che invece è sotto gli occhi di tutti. basta vedere la retata di alcuni giorni fà. facile dare sempre la colpa agli altri

  9. Anche se non la penso come lui su molte cose, questa volta devo dire bravo Dante che hai avuto il coraggio di dire le cose come stanno!

  10. Con questo esibizionismo disorganizzato si rischia di rovinare le attività delle forze dell’ordine che spesso sono state messe in difficoltà dall’arrivo di questo tipo.
    Venga in stazione a Saronno a combattere lo spaccio, vedremo l’aiuto dei sindaci di destra.

  11. Presidente e Direttore del Parco quando si dimettono?
    Grazie Cattaneo per quello che fai, ma senza l’Ente Parco sarà dura poter bonificare tutto questo territorio immenso

Comments are closed.