SARONNO – I due più visibili sono sul muro di Casa Morandi all’incrocio tra via Varese e via Novara e nel sottopasso di via Primo Maggio ma altri hanno fatto capolino in periferia. Sono i graffiti-pesciolini che, negli ultimi giorni, hanno incuriosito i saronnesi.

I due graffiti “più visibili” sono realizzati con vernice spray blu o nera e sono comparsi negli ultimi giorni. Hanno subito richiamato, nella memoria dei saronnesi, il fenomeno Gamberi che per alcuni anni a cavallo del 2015 ha tenuto banco in città.

Allora, poco per volta alla spicciolata, erano comparse delle scritte seguite dagli adesivi, in tutta la città con la parola “Gamberi”. Il fenomeno non era mai stato completamente spiegato anche se qualcuno ha ipotizzato che fosse un omaggio al poeta anarchico nato a Grosseto nel 1864 e morto in esilio nel 1944.

Per ora i pesciolini sono decisamente pochi per rivaleggiare con i Gamberi anche se la curiosità non manca. E c’è anche chi ha pensato ad una lettura politica, ipotizzando un omaggio alle Sardine.

10 Commenti

  1. Ma smetterla di scrivere sui muri, no?
    Al massimo mettete un adesivo, così si toglie.

    • E poi.. Compariranno le poesie.. E poi… il solito blitz animalista… Più anime.. Unico intento… Raccogliere adepti… ?

Comments are closed.