SARONNO / VARESE – Un quadro dell’amore (mercenario) al tempo del Coronavirus: l’ha compilato l’Osservatorio sulla prostituzione online “Ea Insights”. I dati vengono raccolti ed elaborati attraverso il proprio motore di ricerca, che ogni giorno indicizza tutti gli annunci pubblicitari pubblicati sulle principali bacheche per escort, ne figurano pure alcune con base o che gravitano fra Saronno e circondario.

Analizzando le ricerche su Google emerge che, a partire dal 17 febbraio (spartiacque della crisi), il volume di ricerche per le parole chiave a tema “escort” (affiancata ad una città come per esempio “escort Milano”, “escort Torino”, escort Roma”) si è ridotto, -9,20%, con un trend in forte diminuzione mano a mano che le misure di contenimento dell’emergenza si sono inasprite. Anche le ricerche su Google di singoli numeri telefonici delle escort sono calate del -13,89%. Queste ricerche sono frutto del fatto che gli utenti più attenti sanno che spesso gli annunci contengono informazioni false e fuorvianti e quindi cercano informazioni nel web per confermarne il contenuto.

A livello regionale si riscontra un calo di ricerche su Google di “escort per città” in Lazio del -22,39%, in Lombardia del -21,40%, in Trentino Alto Adige del -21,30%, in Emilia Romagna del -20,40%, in Campania del -12,94%, in Sardegna del -11,29%, in Veneto del -16,97%, in Toscana del -9,59%, in Puglia del -8,95%, in Piemonte del -8,78%.

Confrontando l’andamento delle ricerche con l’effettiva presenza di escort si può notare come il calo delle inserzioni delle sex workers sia più marcato rispetto alla “lieve” diminuzione del numero di ricerche dei clienti. Infatti, durante il mese di febbraio, sono stati pubblicati in Italia, sui vari siti dedicati, circa 12.500 annunci di escort ogni giorno, perfettamente in media con il volume stagionale. A partire dall’8 marzo, quando è stata emanata la prima versione del decreto ministeriale contro il conronavirus, si è registrato un drastico calo pari al -32%. Una media di 8.500 annunci al giorno, fino ad arrivare un minimo di 6.500 registrato il 13 marzo scorso, il più basso toccato dal settore negli ultimi anni. La regione più colpita dal calo di presenze è la Sardegna (-56%), seguita da Lombardia (-51%), Trentino Alto Adige (-44%), Veneto (-42%), Toscana (-42%), Puglia (-40%), Campania (-40%), Lazio (-37%), Emilia Romagna (-36%), Piemonte (-34%).

Intanto, un sito del settore, Escort advisor, ha lanciato questa settimana una insolita iniziativa editoriale: una sorta di “Decamerone”, un contenitore che sarà attivo per raccontare come vivono la vita ed il sesso gli utenti in questo momento particolare. Anche le professioniste del sesso a pagamento diranno la loro su come si sono adattate a questa situazione. In base ai dati comunicato dal portale, da Saronno nel 2019 si sono collegati ad Escort Advisor quasi 7000 persone pari a circa il 18% di tutti gli abitanti del comune.

21032020

1 commento

Comments are closed.