SARONNO – Finita la fase “acuta” dell’emergenza coronavirus, i senza tetto sono tornati all’ospedale di piazza Borella. Un problema “in crescendo”, un fenomeno che era praticamente scomparso negli ultimi mesi quando il nosocomio era diventato per molto “off-limits” accogliendo tanti malati di coronavirus, e dunque con tutte le cautele del caso. Ora che i reparti stanno progressivamente tornando alla normalità, in sale d’attesa e spazi comuni sono ritornati i clochard. E’ intervenuta anche la polizia locale, con gli agenti che hanno rinvenuto in alcuni locali al momento non utilizzati dei materassi, evidentemente usati come giacigli.

Mentre diversi addetti hanno fatto presente il ritorno degli “abusivi” ai sindacalisti ospedalieri. E’ un problema che si trascina da molti anni, quello della presenza di “irregolari” nelle sale d’aspetto e nei sotterranei del complesso ospedaliero, che si allaccia anche alla necessità di trovare nuove modalità di “filtro” agli ingressi.

(foto: l’ospedale di piazza Borella a Saronno)

05062020

5 Commenti

  1. Ma basta con questo buonismo. L’Ospedale è un luogo per curare gli ammalati non per dare ospitalità ai clandestini. Basta non se ne può più, bisogna risolvere il problema con i fatti e non con le tante parole

Comments are closed.