LIMBIATE – E’ stato denunciato per il reato di falso in atto pubblico il 59enne italiano residente a Cesano Maderno che ha tentato di raggirare gli agenti della locale di Limbiate.

Il fatto è accaduto a fine maggio, quando, nel corso di controlli stradali, i vigili limbiatesi hanno fermato un’auto che transitava in via Dante. Il conducente, un 59enne di Cesano Maderno, ha esibito la patente e la fotocopia del documento di autorizzazione a circolare necessario quando la targa del veicolo è una targa di prova, come era la sua. Invitato a presentarsi al comando di piazza Cinque Giornate entro cinque giorni per l’esibizione dell’originale, l’uomo si è prima recato dai carabinieri per denunciare la perdita dello stesso e, con la denuncia, si è presentato al comando limbiatese.

Qui però, gli agenti avevano già svolto indagini accurate e scoperto che la fotocopia esibita riportava una data di scadenza contraffatta: la circolazione della targa provvisoria era, infatti, consentita sino al giugno del 2017 e non al giugno del 2020, come veniva indicato. Inoltre, l’uomo, a cui risultavano intestati 24 veicoli, era agli arresti domiciliari per precedenti penali a suo carico, precedenti legati a truffe.

Da qui, la nuova denuncia per falso in atto pubblico, trasmessa all’autorità competente.

18062020