MALPENSA – “Il sistema di Regione Lombardia può sostenere da oggi almeno 6.000 tamponi aggiuntivi al giorno per chi proviene da Spagna, Grecia, Croazia e Malta, rispetto alla media di quelli realizzati in questo periodo (circa 7.000).  Dal 12 agosto scorso tutte le Ats si sono attivate attraverso sistemi di segnalazione online o telefonica, oppure con l’accesso diretto in alcuni presidi come ad esempio accade a Seriate nella Bergamasca”. Lo scrive sulla sua pagina Facebook l’assessore regionale al Welfare della Lombardia, Giulio Gallera.

“Il percorso preferenziale per realizzare il tampone – prosegue l’assessore –  rimane dunque il contatto diretto con le Ats di riferimento in base al proprio domicilio, attraverso le quali si può compilare comodamente un modulo di segnalazione o prenotare telefonicamente l’effettuazione del test molecolare indicando la data di arrivo in Italia. La richiesta viene processata tempestivamente e fissato l’appuntamento nel presidio più vicino a casa, anche con la formula del “Drive trough”. In attesa del tampone, si richiede il rispetto delle norme igienico sanitarie principali, ma non è previsto alcun isolamento”. 

“La Sea – conclude – ha messo a disposizione uno spazio sufficiente per allestire 3 gazebo all’aeroporto di Malpensa che funzioneranno da giovedì prossimo, 20 agosto, 8 ore al giorno grazie agli operatori sanitari dell’Ats Insubria, delle Asst Sette Laghi e Valle Olona. I punti di accesso di Malpensa saranno particolarmente importanti per i cittadini, turisti o lavoratori, provenienti dai quattro Paesi indicati dall’Ordinanza ministeriale, che soggiorneranno in Lombardia nei giorni successivi”.

18082020

4 Commenti

  1. Se torni da quei paesi il sistema Lombardia ha predisposto il nulla.
    A Malpensa trovi un cartello che ti invita a contattare l’ats.
    A Fiumicino direttamente in Aeroporto trovi una struttura per fare li immediatamente il test.
    Questo quello che è il nulla che ha organizzato la Regione che ha contato oltre il 50% dei morti italiani

  2. A Malpensa non c’è nulla, trovi un cartello che ti invita a contattare l’ats
    Se invece atterri a Fiumicino trovi in aeroporto una struttura dove ti fanno il test immediatamente.

    Questo è il poco che i “nostri diversamente capaci” sono riusciti ad organizzare, e questo nella regione che conta oltre il 50% dei morti per covid in Italia

    • Giusto, aspettiamo che rientrino tutti. Poi solo in orario ufficio , perché voli dopo non ne arrivano. Neanche picchiare la testa è servito a qualcosa

Comments are closed.