SARONNO – “Sosteniamo con tutta la nostra convinzione il gruppo di infermieri e medici del reparto di Anestesia e rianimazione che ieri mattina, 11 gennaio, si è fatto portavoce per comunicare, ancora una volta, la situazione che sta colpendo il nostro Ospedale cittadino dall’inizio dell’emergenza sanitaria covid-19, con la chiusura di reparti e la riduzione di servizi”. Inizia così un comunicato della lista civica Obiettivo Saronno.

Proseguono della civica: “Il nostro gruppo politico, lista civica interessata al bene della città e dei suoi cittadini, già a maggio del 2020 ha pensato, organizzato e realizzato una petizione per la salvaguardia dell’ospedale di Saronno: il nostro obiettivo è stato, è e sarà quello di sensibilizzare tutti i cittadini, saronnesi e abitanti del saronnese, sullo stato in cui versa il nostro nosocomio e il declino continuo che si vede all’orizzonte. Le persone bisognose, in questi mesi, hanno vissuto in prima persona il disagio e in alcuni casi l’assenza del servizio di cura scontrandosi con una realtà difficile da accettare. Siamo convinti, come lo sono i professionisti intervenuti ieri, che i cittadini abbiano il diritto di essere ascoltati e che ai cittadini venga garantito il diritto alla salute e alla cura. L’ospedale di Saronno, da sempre una struttura d’eccellenza, si sta svuotando e questo per responsabilità delle decisioni prese dai dirigenti che siedono in Regione Lombardia e in Asst Valle Olona, azienda sociosanitaria che gestisce anche il nostro nosocomio insieme a quello di Busto Arsizio, Gallarate e Somma Lombardo. La raccolta delle firme dei cittadini ci ha impegnato molto soprattutto durante la scorsa stagione estiva: non ci siamo mai arresi nonostante i duri attacchi degli esperti della politica che hanno cercato, con insuccesso, di denigrare la nostra iniziativa. I lockdown e le limitazioni causate dal covid-19 hanno ostacolato il nostro percorso senza mai interromperlo. Molte persone – uomini, donne, madri e padri, nonne e nonni, ragazze e ragazzi – hanno investito dieci minuti del loro tempo per apporre una firma che potrà avere il suo peso insieme a quelle di tutti quelli che hanno deciso di essere parte attiva del destino del nostro nosocomio”.

Ancora Obiettivo Saronno: “A otto mesi dall’inizio della petizione abbiamo raccolto circa 3.000 firme: pensavamo ad un numero maggiore perché siamo consapevoli che più si è e meglio è, l’unione fa la forza. Riteniamo tuttavia che sia il momento di chiudere questa raccolta e, come raccontato durante la presentazione dell’iniziativa e a tutti i cittadini che abbiamo incontrato, di consegnare i fogli firmati a chi di competenza: Regione Lombardia, Asst Valle Olona e sindaco di Saronno, Augusto Airoldi. Faremo questo entro la metà di febbraio.

Qualche cittadino potrebbe chiedersi “Ora che anche Obiettivo Saronno è al governo della città, può fare qualcosa in più della semplice consegna dei fogli firmati della petizione?” Certo che sì, come membri del gruppo di maggioranza – con quattro consiglieri comunali e l’assessore ai Lavori pubblici, decoro urbano e innovazione – stiamo fornendo il nostro contributo nell’indirizzo e nel lavoro di squadra che si concretizzerà con l’azione del sindaco Airoldi nei confronti degli enti preposti alla definizione del futuro dell’ospedale di Saronno. Ricordiamo che fino al 31 gennaio sarà possibile firmare la petizione nelle farmacie e gli esercizi commerciali di Saronno che ci hanno aiutato aderendo all’iniziativa. Il nostro grazie ai cittadini e a queste strutture non sarà mai abbastanza. La salute, un bene prezioso. Prenditene cura con una semplice firma”.

12012021

16 Commenti

  1. ob saronno, le firme vanno portate in regione e messe sotto il naso degli assessori, altrimenti anche le firme sono inutili

    • AIROLDI!!!!
      E ci risiamo con i proclami, le petizioni ( adesso siamo arrivati alla 2.0) infinite e che a ben poco servono se non ad autoreferenziarsi e darsi visibilità politica facendo leva su un problema che nessuno, dal sindaco, agli assessori e per finire alla maggioranza può e potrà mai risolvere perché è al di fuori delle proprie competenze.
      È ora di finirla con questa campagna elettorale infinita, basta con le parole, occorrono i fatti, cosa che ovviamente non potete fare. Forse sarebbe meglio dire alla cittadinanza una cosa semplice: vi abbiamo illuso sul poter fare, ma scusate, non possiamo far niente per l’ospedale. In sostanza alla prova dei fatti, è giunta l’ora di dire la verità sul vostro programma elettorale, sul “libro dei sogni”, che non potranno mai essere realtà ma un brusco risveglio per chi dandovi fiducia vi ha votato.

  2. Ma andate avanti a petizioni? Al 31 gennaio prevedete una nuova proroga? E se no, finita la raccolta firme, la consegna del plico al Sindaco e quindi indirettamente a voi stessi, poi e rimarco il poi, farete qualcosa per l’ospedale di Saronno?

  3. Abbiamo subito, nel silenzio della precedente amministrazione, il progresdivo degrado del nostro ospedale.
    Sindaco
    Partito Democratico
    Obbiettivo Saronno (bene raccolta firme)
    Lista Airoldi
    [email protected]
    E anche lista Gilli
    Abbiamo grandi aspettative, ma dante un cenno fatevi sentire serve azione concreta.

  4. Egocentrismo alquanto tedioso ancorché inutile ai fini della riorganizzazione ospedaliera.
    Obiettivo visibilità.

  5. ho una richiesta da fare: forze politiche potreste lasciare da parte proclami “di settore” e operarvi affinché tutte le forze politiche possano sedersi a un tavolo assieme ai vari comitati, sindaci e quant’altro per vedere di uscire da questa situazione? solo unendo le forze si potrà risolvere, forse, questo disastro. Solo così si potrà aiutare veramente l’ospedale, che è di tutti!

  6. La verità è che se Ob saronno chiedesse un ricevimento in Regione verrebbe preso a pesci in faccia o neppure troverebbe ascolto. Molto più comodo andare avanti con l’ennesima inutile petizione

  7. Mi sembra che si continui a parlare molto e fare poco…. Credo che sia una scelta…. Alle prossime regionali potrete continuare a dire che la dx non ha fatto nulla

  8. Adesso comprendo il perché dell’infinito nel vostro simbolo: la prolissità immensa della vostra prosa.

  9. A naso critiche uniche…. A naso appartenente a votante di chi ha distrutto il sistema sanitario pubblico lombardo

  10. Fervida battaglia…da tastiera, senza esclusionedi colpi…di mouse con innesti di foto autocelebrative. Egocentrismo permanente.
    Un insulto alla coscienza pubblica.

  11. Una domanda sorge spontanea: ma tutta questa gente che in modo anonimo scrive, ma almeno ha firmato la petizione? Ma per caso ha capito che periodo viviamo e che la raccolta firme ha subito un rallentamento per via delle varie zone rosse, arancioni e altro? Sa che a fine gennaio le firme verranno consegnate al Sindaco per farle portare in Regione? Sa che da subito OSaronno è stata l’unica lista a prendersi carico del problema dell’Ospedale mentre le altre forze hanno si fatto campagna elettorale? Sa che il problema dell’ospedale di Saronno riguarda la Regione? Ecco…una volta informati dei fatti, successivamente potete scrivere …il problema dell’Ospedale non è una questione di qualche mese, ma ormai di qualche anno e sono convinto che OSaronno con l’attuale amministrazione farà di tutto per salvaguardare la salute dei cittadini e il nosocomio Saronnese.

Comments are closed.