SARONNO – Saronno e la Lombardia sono ancora nella zona arancione e la normativa prevede che i bar possano servire i clienti solo in modalità asporto quindi anche il classico caffè, preso al volo per iniziare la giornata o per concedersi una pausa nel corso della mattinata, deve essere acquistato ma poi consumato altrove.

Non è successo l’altro giorno in via Leopardi dove è intervenuta la polizia locale impegnata in questi giorni in una serie di controlli ad hoc per garantire il massimo rispetto delle norme anticontagio. L’attività degli agenti parte con la moral suasion, come spiegato più volte dal primo cittadino Augusto Airoldi, ossia con la richiesta a chi infrange le regole di rispettarle con maggior attenzione. Se questo non accade scattano le sanzioni. Proprio come successo per il cliente, un 54enne residente in città che pur servito dal barista di bicchierino per “asportare” il caffè l’ha bevuto nel locale.

Per lui una sanzione da 400 euro: se la pagherà entro 5 giorni otterrà una riduzione che gli consentirà di versare “solo” 280 euro. 

5 Commenti

    • quindi immagino che lei sia per ” le regole non si rispettano” oppure ” non le rispetto perché altri non le rispettano” … spero sia un ragazzino e che quindi possa maturare e non un genitore con figli da educare

  1. Bene visto che Saronno e’ spesso in testa a numero di contagi, il poco senso civico di pochi va scoraggiato.
    Ci sono norme a salvaguardia di tutti, e le regole non valgono solo per “gli altri”

  2. Ma per l’amor del cielo!!! Che vadano a multare tutti gli extracomunitari ubriachi del centro e dintorni.. c’è da aver paura ad andare in giro e questi multano un signore che beve 3 minuti di caffè all’interno del locale 🤬… non ho parole!

Comments are closed.