LIMBIATE – Continua la querelle a distanza tra l’Asd Atletica Limbiate e la società Blu, che gestisce il centro sportivo comunale di via Tolstoj.

Dopo che la società di atletica locale, che vanta tra gli atleti la giovane promessa italiana Luca Alfieri, ha annunciato la decisione di trasferirsi a Bovisio Masciago per il mancato accordo con il gestore dell’impianto sportivo, è la società Blu a replicare: “Spiacenti e stupiti di leggere critiche, eccessive e fuori luogo, riguardo alla gestione della pista di atletica del centro sportivo di via Tolstoj, ci sentiamo in dovere di rispondere pubblicamente – si legge sul comunicato stampa – Il prezzo richiesto alll’Asd Limbiate per l’anno 2021 per l’uso della pista di atletica è di 20,00€ l’ora, oltre ad eventuale 5 € a ora per l’accensione di ogni torre-faro, senza ulteriori oneri per l’uso di uno spogliatoio in cui è possibile solo lasciare le borse, visto che con le attuali norme gli spogliatoi non si possono utilizzare. La cifra richiesta, anche tenendo conto delle condizioni della pista, ben note, di cui a noi compete la sola manutenzione ordinaria, sono piuttosto contenute e siamo sconcertati da queste critiche sugli oneri, che hanno determinato la mancata firma del contratto e, di conseguenza, l’impossibilità di far entrare gli atleti. Noi crediamo nello sport ed è per questo che negli ultimi tre anni di gestione abbiamo investito 140.000 euro nel centro comunale limbiatese per migliorarlo”.

Nessuna presa di posizione in questa diatriba, invece, da parte dell’amministrazione limbiatese, sollecitata in varie occasioni, soprattutto dal Movimento Cinque Stelle locale, ad intervenire a sostegno dello sport in città, visto che si tratta del centro sportivo comunale.

15022021