SARONNO – Riceviamo e pubblichiamo integralmente l’intervento di Mattia Cattaneo, capogruppo di Saronno Civica – Lista Airoldi in merito al progetto per la riqualificazione del polo ferroviario di Saronno le cui linee di indirizzo sono state approvate mercoledì sera in consiglio comunale.

Il protocollo identifica alcuni interventi molto rilevanti per la città: alcuni sono specificamente connessi alle attività che Ferrovienord, l’azienda del Gruppo Fnm che gestisce la manutenzione dell’infrastruttura ferroviaria, effettua a Saronno, altri, richiesti dal Comune a Ferrovienord, sono collegati alla riqualificazione della stazione di Saronno Centro, di aree limitrofe alla stazione, nonché del sedime della ex ferrovia Saronno-Seregno e sono finalizzati al miglioramento del tessuto urbano in parti della città interessate dalla presenza dall’infrastruttura ferroviaria.

Per quanto riguarda il primo aspetto nel protocollo di intesa è prevista l’attuazione di un progetto di riqualificazione, riorganizzazione e messa in sicurezza del “Polo infrastrutturale tecnologico-manutentivo” in uso a Ferrovienord.

Gli elementi positivi di queste opere sono molteplici:

  • Il miglioramento funzionale degli ambienti di lavoro e l’ampliamento degli stessi consente non solo di confermare la presenza di circa 250 persone, attualmente in servizio, ma un incremento occupazionale nel breve periodo di circa 100 unità connesso al trasferimento del personale attualmente presente a Milano Cadorna. Saronno diventerà la sede di riferimento di Ferrovienord e con ciò si rafforzerà il legame storico dell’azienda con la nostra città.
  • Lo spostamento in una sede più consona del Museo delle Industrie e del Lavoro del Saronnese, che rappresenta un’eccellenza distintiva della nostra città, può consentirne una più adeguata valorizzazione all’interno di una rete museale che aumenti l’attrattività di Saronno.
  • Una più adeguata collocazione del Circolo Ricreativo, che rappresenta uno strumento importante di socialità per i dipendenti, ma svolge anche attività a favore di altre realtà associative del territorio e rappresenta un interlocutore prezioso per la città e l’Amministrazione.

Per quanto riguarda invece gli interventi richiesti dal Comune con ricadute positive per la città si segnala in particolare:

  • La realizzazione di un nuovo asse ciclo pedonale di collegamento tra via Luini e l’area del Santuario.
  • La riqualificazione generale delle aree aperte in prossimità dell’accesso ovest alla stazione con interventi sulle superfici esterne garantendo un adeguato ingresso per migliorare l’interscambio modale.
  • Il restyling della stazione storica («Fabbricato viaggiatori») con il completamento della pensilina del primo binario, l’ammodernamento del sottopasso centrale di stazione in servizio ai binari con inserimento di due ascensori e l’installazione di barriere fonoassorbenti a protezione dei fabbricati prospicienti i binari tronchi n. 1 e 2, su progetto approvato dal Comune.
  • La realizzazione di un percorso ciclopedonale tra la via Milano e la via Molino, con la realizzazione di una velostazione nella zona est.
  • la concessione al Comune, in comodato d’uso trentennale, prorogabile fino al 31 ottobre 2060, del sedime della tratta ferroviaria urbana dismessa Saronno-Seregno, finalizzata alla realizzazione di una “pista ciclopedonale e parco lineare”.

I principali aspetti positivi sono la riqualificazione della stazione e degli spazi adiacenti consente una migliore fruizione dei servizi, anche da parte di persone con disabilità, elimina i problemi di inquinamento acustico lamentati dai residenti nelle adiacenze dei binari tronchi, amplia la possibilità di parcheggiare le biciclette in sicurezza e, considerato che la stazione è una porta di ingresso alla città, costituisce un sicuro miglioramento per quanto riguarda l’attrattività di Saronno.

Il collegamento ciclo pedonale dalla via Luini al viale Santuario aumenta la sicurezza di quanti, in primis studenti, dalla stazione si recano verso le scuole e rappresenta un importante elemento di ricucitura con il quartiere Santuario.

Infine, ma non per importanza, la concessione in uso del sedime della ex Saronno Seregno rappresenta un’occasione unica per la città di riappropriarsi di quello spazio e destinarlo ad uso pubblico tramite la futura realizzazione di una pista ciclopedonale.

E’ un momento importante di svolta per la nostra città, per il quale esprimiamo un sentito ringraziamento agli uffici comunali che hanno seguito l’interlocuzione con Ferrovienord, a Ferrovienord, che con questo progetto dimostra di credere fortemente in Saronno, alla precedente amministrazione, che ha avviato l’iter per la predisposizione del protocollo e alla Giunta Airoldi, che, subito dopo l’insediamento, ha ripreso una fattiva interlocuzione arrivando in breve tempo alla formulazione del protocollo di intesa.

5 Commenti

  1. Bravo Mattia , la tua competenza e il tuo stile moderato ma pungente quando serve, ci conferma che la scelta di un nuovo sindaco e di una nuova amministrazione è stata quella giusta!

  2. Molto bene e molto bene il consigliere Mattia Cattaneo.
    Proseguire e migliorare un progetto avviato dalla precedente Amministrazione è segno distintivo di intelligenza e capacità della presente Amministrazione nonché fa ben sperare in un nuovo rinascimento di Saronno.
    Se le forze politiche lavorassero insieme tutto si farebbe meglio e prima.
    Avanti così !!!

  3. Molto bene rinunciare a 1,5 milioni di Euro di interventi a vantaggio del comune? Ma chi gestisce questa città?!

Comments are closed.