SARONNO – I Comuni si sono già attivati per informare i cittadini: da lunedì, a causa dell’acutizzarsi dell’emergenza per il coronavirus, la Lombardia ritorna in Zona rossa. Ecco nel dettaglio cosa si potrà e non si potrà fare.

Scuole – Rimangono chiuse tutte le scuole di ogni ordine e grado, compresi gli asili nido (consentite lezioni in presenza per studenti disabili).

Mobilità – Consentito lo spostamento solo per motivi di lavoro, salute o necessità. Obbligatoria l’autocertificazione ogni volta che ci si muove dalla propria abitazione.

Visite e seconde case – Non è consentito raggiungere amici o parenti e vietato lo spostamento verso le seconde case.

Bar e ristorazione – I bar sono chiusi, consentita attività con modalità asporto fino alle 18 (asporto fino alle 18), ristoranti (asporto fino alle 22). I ristoranti sono chiusi, consentita attività con modalità asporto fino alle ore 22.00

Commercio – Sono aperti: supermercati, farmacie, parafarmacie, benzinai, tabaccai, fioristi, giocattoli. (e le attività indicate negli allegati 23 e 24 del dpcm del 3 novembre).

Sono chiusi: parrucchieri, centri estetici, mercati (e tutti quelli non citati nelle aperture).

Attività sportiva – Consentita l’attività sportiva solo in forma individuale da svolgersi esclusivamente all’aperto.

Attività motoria – Solo nei pressi della propria abitazione è consentita l’attività motoria.

Consentito lo spostamento solo per motivi di lavoro, salute o necessità.

(foto archivio: vie deserte in centro a Saronno durante l’ultimo lockdown)

12032021

6 Commenti

  1. Dopo il flop dei vaccini antinfluenzali arriva il flop dei vaccini per il covid.. Terzultimi in Italia…..

Comments are closed.