LAINATE – Ieri alle 18.30 a Lainate, a seguito di segnalazione da parte di privati cittadini, i carabinieri della locale stazione sono intervenuti in un bar in zona centrale, dove hanno constatato la presenza di numerosi avventori in violazione della normativa volta alla prevenzione dal contagio del virus covid-19. In particolare, i carabinieri hanno notato, all’interno del dehors del bar, 18 persone; italiani, maggiorenni, seduti ai tavoli intenti a conversare ed a consumare bevande, nonostante la prevista chiusura imposta per le aree in “zona rossa” dell’emergenza per il coronavirus.

I militari hanno contestato la sanzione amministrativa a tutti gli avventori ed al 38enne italiano, gestore dell’esercizio commerciale, ed è stata disposta la chiusura temporanea del bar per 5 giorni.


Vuoi restare aggiornato sui dati della pandemia, sui divieti e sulle novità? Iscriviti al canale Telegram ilSaronno covid https://t.me/ilsaronnocovid

Dall’inizio della pandemia abbiamo sempre diffuso i dati relativi al contagio forniti dalle fonti ufficiale. Regione Lombardia diffonde quotidianamente un bollettino coi i dati relativi ai nuovi positivi emersi dall’elaborazione dei tamponi. Vengono conteggiati esclusivamente coloro che risultano positivi per la prima volta. Riportiamo il totale da inizio pandemia e la variazione giornaliera. Altri dati vengono forniti dai sindaci che hanno a disposizione i dati forniti dall’Ats nel cruscotto a loro dedicato. In questo caso oltre ai positivi ci sono anche i decessi, i guariti e in alcuni casi la fascia d’età.

10042021

5 Commenti

  1. Sanzioni giuste per rispetto agli esercenti che seguono le regole. Dall’altra parte però… siamo diventati un paese da Grande Fratello…spie e spioni vari, un po’ triste.

    • Ma quali spie e spioni? Nei paesi civili il cittadino è il primo a darsi da fare per far rispettare la legge e lo fa nel pubblico interesse. E’ nei paesi del familismo amorale, dell’evasione alle stelle, delle auto in doppia fila, delle mazzette a gò gò, che il cittadino si volta dall’altra parte.
      C’è ancora chi mi lampeggia dalla corsia opposta per segnalarmi la presenza …di rapinatori? No, dei carabinieri!
      Poi non lamentiamoci che metà Italia è in mano alla malavita organizzata e l’altra metà sta andando a ramengo.

    • Se per far rispettare le regole sia per rispetto a chi le regole le rispetta ma anche per evitare contagi allora viva la delazione

Comments are closed.