SARONNO – “Ieri mattina è stato inaugurato il punto vaccinale di Saronno, che sarà operativo da domani, 12 aprile. Un sentito ringraziamento a chi si è adoperato per attivarlo: Comune, Regione, ATS, medici, infermieri, Croce Rossa e volontari”.

Inizia così la nota di Mattia Cattaneo capogruppo della lista civica “Saronno Civica – lista Airoldi” in merito al taglio del nastro dell’hub vaccinale.

“Due considerazioni è la dimostrazione concreta che la collaborazione tra istituzioni, operatori e terzo settore è la strada vincente per offrire servizi di qualità ai cittadini. L’immediata saturazione delle prenotazioni dell’hub fa capire che Saronno è il fulcro di un territorio ampio, che guarda alla nostra città per ricevere servizi sanitari, educativi, di trasporto, culturali e commerciali.

Dobbiamo, quindi, pensare e progettare in logica di comprensorio saronnese e, a proposito di salute, Regione, Ats e Asst devono prendere atto che avere un ospedale di primo livello a Saronno non è un capriccio, ma un’esigenza oggettiva espressa dal territorio”.

11042021

9 Commenti

  1. Concentrarsi sulla prevenzione e non sulla cura.
    Prevenire è meglio che curare ma mi rendo conto che è difficile.

  2. Bravo Mattia , fai sentire la tua voce (……anche più spesso)
    fatta di osservazioni e considerazioni acute e opportune. Avanti così!

  3. Impossibile! Come in tutta la regione, da 25 anni, cresceranno le strutture private a discapito di quelle pubbliche. Basti pensare che la scorsa estate regione Lombardia si è accollato il 50% dell’aumento salariale del personale privato

  4. Non ci vuole uno scienziato a capire che l’ospedale deve essere accessibile; il nuovo ospedale di Garbagnate non è servito dai mezzi pubblici, a Saronno invece ci sono tanti treni, autobus, taxi: non si capisce perché penalizzare un ospedale comodo a tutto un comprensorio

  5. Lo strumento che il cittadino ha per far valere la sua volontà è sostenere il progetto principe per rifondare la sanità territoriale saronnese pubblica utilizzando il proprio voto alle prossime elezioni regionali, mandando a casa questi attuali pseudo amministratori.

  6. Saronno e l’utenza del territorio vogliono un ospedale di primo livello che deve essere un’eccellenza.
    Se non lo si comprende con questa pandemia in atto, se non si dirige ogni sforzo e risorsa in questa direzione di sanità pubblica, se si tarda fino a smantellarlo di funzionalità e professionalità, ci si assume una grave responsabilità perché ciò costituirebbe una grave colpa.

Comments are closed.