SARONNO – “La curva è in calo ma non bisogna abbassare la guardia”. E’ l’appello che arriva dal sindaco Augusto Airoldi intervistato da Gianni Branca sulla situazione contagi Covid in città.

“Al momento a Saronno – ha spiegato Airoldi – ci sono 164 positivi con una riduzione di -31 rispetto a 7 giorni fa. I guariti sono aumentati di 86 superando quota 3.300. Purtroppo sono aumentati anche i decessi: settimana scorsa ce ne sono stati 3 arrivando da inizio pandemia a 187”.

“Non abbassiamo la guardia – si raccomanda Airoldi – andiamo verso l’allentamento delle misure restrittive, rispettiamo le regole per non essere qui tra 15 giorni o tre settimane con una curva di contagi che torna a crescere”.

Le Rsa sono sempre covid free e continuano continuano con le restrizioni all’accesso dei parenti: “Comprensibile il dispiacere dei familiari dei pazienti per l’impossibilità di visitarli ma serve proteggerli da possibili contagi”.

 


 

Vuoi restare aggiornato sui dati della pandemia, sui divieti e sulle novità? Iscriviti al canale Telegram ilSaronno covid https://t.me/ilsaronnocovid

Dall’inizio della pandemia abbiamo sempre diffuso i dati relativi al contagio forniti dalle fonti ufficiale.
La Regione Lombardia diffonde quotidianamente un bollettino coi i dati relativi ai nuovi positivi emersi dall’elaborazione dei tamponi. Vengono conteggiati esclusivamente coloro che risultano positivi per la prima volta. Riportiamo il totale da inizio pandemia e la variazione giornaliera.

Altri dati vengono forniti dai sindaci che hanno a disposizione i dati forniti dall’Ats nel cruscotto a loro dedicato.
In questo caso oltre ai positivi ci sono anche i decessi, i guariti e in alcuni casi la fascia d’età.

Per informazioni generali sul Covid chiamare il numero 1500, numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute o telefonare al proprio medico di medicina generale o al medico pediatra.

 

1 commento

  1. Airoldi non si nasconda dietro al Covid. Saronno è senza Sindaco. I cittadini aspettano i fatti e non i suoi primi piani.

Comments are closed.